Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

La perturbazione di venerdì 22 febbraio

Aria fredda artico-continentale sull'Europa occidentale riaprirà per l'Italia un nuovo periodo di tempo instabile e perturbato. Ultimi scampoli d'inverno sulle regioni settentrionali.

In primo piano - 16 Febbraio 2013, ore 12.30

Quando una massa d'aria molto fredda come quella prevista scivolare lungo il bordo orientale dell'anticiclone ad inizio della prossima settimana, punta molto ad ovest, il tempo a livello europeo tende sempre a divenire instabile. Quando l'aria fredda punta diretta il Regno Unito e l'Europa occidentale, può facilmente determinare la creazione di complesse circolazioni depressionarie con effetti vistosi sulla circolazione atmosferica europea.

Questa mattina ritroviamo così una previsione confermata sia dal modello americano GFS sia dal modello inglese ECMWF in merito ad una profonda depressione che dalla penisola Iberica punterebbe dritta verso il Mediterraneo centrale determinando già entro venerdì 22, un forte peggioramento delle condizioni atmosferiche nello stivale.

Come mai la depressione sulla penisola Iberica avrebbe vita così facile?

La fase perturbata prevista sul Mediterraneo centrale venerdì 22 sarebbe in realtà il risultato di una forte elevazione verso nord dell'anticiclone atlantico sin verso l'Europa settentrionale. Proveniente dall'Atlantico, sul fianco occidentale dell'anticiclone, una depressione si avvicinerebbe all'Europa perdendo ben presto il collegamento con l'area di basso geopotenziale presente nella regione canadese.

Nel frattempo un vistoso nocciolo di aria fredda a tutte le quote, dalla penisola Scandinava orientale punterebbe deciso verso ovest sino ad interferire con la depressione proveniente dall'Atlantico. (giovedì 22 febbraio)

Arrivati a questo punto della previsione, le conseguenze di tali manovre diventano abbastanza scontate. L'aria fredda veicolata verso occidente dal cut-off anticiclonico poco più a nord, verrebbe agganciata dalla depressione iberica. La depressione una volta sganciatasi dal flusso zonale atlantico, andrebbe così rinvigorendosi velocemente, raggiungendo il nostro Paese nella giornata di venerdì 22 febbraio con un sistema frontale di tipo caldo piuttosto ben formato.

"Sacche" di aria fredda sulle regioni di pianura del nord, potranno favorire alcune precipitazioni nevose sino a bassa quota (probabilmente le ultime della stagione) mentre il centro ed il sud sarebbero sotto tiro di una pioggia battente ma con temperature piuttosto tiepide.

Al momento questa tendenza pare essere quella più accreditata dai modelli matematici di previsione. Servono tuttavia ulteriori conferme.

Approfondimenti su: http://meteolive.leonardo.it/news/Ti-segnaliamo/49/Modello-inglese-vs-modello-americano-cosa-accadra-tra-mercoledi-e-giovedi-/40500/ di Luca Angelini.

Seguite gli aggiornamenti.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum