Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

La perturbazione di sabato: dove e quando colpirà

Come annunciato prende il via la fase di tempo contrassegnata da fervente dinamismo atmosferico. Sabato una perturbazione punterà repentinamente verso l'Italia dando una veloce ma insidiosa passata di fenomeni.

In primo piano - 17 Settembre 2012, ore 10.23

 Affondo con sopresina finale previsto per la giornata di sabato 22? La modellistica non la vede tutta allo stesso modo, anche se una strada sembra tracciata e al momento probabile tra il 55 e il 65%. Oltretutto non tutta l'Italia verrà presa dato che le correnti portanti proverranno dai quadranti settentrionali. Con l'aiuto della nostra mappa, che rappresenta la probabilità dei fenomeni ipotizzata tra le 18 e le 24 di sabato, ecco cosa potrebbe accadere.

Il nocciolo depressionario sul quale si incerniererà il fronte perturbato in questione si staccherà da una pulsazione del vortice polare, ben strutturato con un lobo sulla regione scandinava. L'interferenza dell'alta pressione atlantica in espansione da ovest costringerà le correnti ad una brusca sterzata all'altezza dell'Europa centrale, con il risultato finale che il corpo nuvoloso giungerà appunto sull'Italia da nord. Quali gli effetti e dove colpiranno maggiormente?

Presi naturalmente i versanti nord-alpini, comprese le linee di cresta dalla Valle d'Aosta alle Alpi Giulie, con rovesci sparsi portati da nord. Attenzione, possibile repentino calo delle quote neve fino a 1000-1200 metri su alta Valle d'Aosta, Formazza, Retiche e vallate settentrionali dell'Alto Adige. Saltati probabilmente bassa Valle d'Aosta, resto del Piemonte, ovest Lombardia e Ponente ligure, tutti settori che già in mattinata assisteranno ai primi rasserenamenti in aria tersa e clima molto ventoso.

Frattanto si svilupperanno rovesci sparsi e qualche manifestazione temporalesca su est Lombardia, Levante ligure, Emilia orientale, Romagna, basso Veneto e Friuli Venezia Giulia. Sui settori della bassa Padana e sul Friuli Venezia Giulia non escludiamo la possibilità di locali fenomeni temporaleschi violenti.

Nella seconda parte della giornata la perturbazione scivolerà attenuata verso il centro, dove comunque sarà in grado di dispensare qualche acquazzone, soprattutto tra Marche, Umbria e Lazio. Nella sua discesa verso il sud i fenomeni andranno progressivamente scemando ma nel frattemto saranno vento forte e temperature in diminuzione i nuovi protagonisti della scena su tutta l'Italia.

Al momento non ci è possibile stringere uloteriormente il dettaglio. Lo faremo non appena avremo a disposizione i più recenti aggiornamenti. Continuate a seguirci. 


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum