Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

La perturbazione di lunedì 28: nascita, evoluzione e fenomeni previsti

Peggioramento maggiormente diretto verso il centro e il sud, ma con parziale coinvolgimento anche della bassa Padana. Possibilità di nevicate a quote basse lungo l'Appennino e forse in pianura tra basso Piemonte ed Emilia.

In primo piano - 23 Gennaio 2013, ore 11.39

Nonostante l'interferenza dell'alta pressione, l'Atlantico rimane una vera e propria fucina di perturbazioni. In particolare, l'approfondimento di una vasta saccatura tra la Groenlandia e il comparto orientale nord-americano metterà in moto nel corso del prossimo week-end une serie di onde depressionarie in direzione dell'Europa.

Tra queste spicca un vortice particolarmente profondo, ben 930hPa, che sabato porterà venti di tempesta a sud dell'Islanda e darà vita ad un articolato sistema frontale in viaggio verso le coste occidentali europee. La perturbazione investirà domenica 27 Regno Unito, Francia, Portogallo e parte della Spagna con fenomeni intensi e vento forti.

Sull'Italia invece, sempre domenica, un temporaneo rialzo della pressione darà luogo ad una pausa interciclonica di tempo tranquillo e abbastanza soleggianto, quantunque abbastanza freddo per via della massa d'aria lasciata in eredità dal vortice precedene, ormai allontanatosi verso la Grecia.

Lunedì 28 ecco la perturbazione atlantica giungere a grandi passi a ridosso del nostro Paese. La lunga banda nuvolosa ondulerà in corrispondenza dell'arco alpino e, probabilmente, si spezzerà in due tronconi (vedi figura): quello settentrionale sfilerà via rapido interessando con estese nevicate in Paesi nord-alpini, la Germania e la Polonia, quello meridionale favorirà l'approfondimento di un minimo secondario al largo di Corsica e Sardegna e interesserà con precipitazioni diffuse diverse regioni dell'Italia, ma in particolare il centro e il sud.

Capitolo neve: una spolverata è da mettere in conto (probabilità al momento 45%) in pianura su basso Piemonte, Oltrepò pavese ed Emilia, fino a bassa quota nell'entroterra ligure. Qualche nevicata fino a quote basse tenterà di accaparrarsi anche l'Appennino centrale e i monti sardi (probabilità 65%), mentre su quello meridionale saremo intorno ai 1000 metri (da confermare).

Segnaliamo infine la possibilità di temporali sulle Isole Maggiori e sulle regioni del basso versante tirrenico, oltre a venti forti quasi ovunque, in modo particolare sui nostri bacini di ponente. Dopo il passaggio perturbato le temperature saranno in lieve rialzo sulle Isole Maggiori e all'estremo sud, stazionarie altrove e nel complesso in linea con i valori medi del periodo.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 13.33: SS26dir Diramazione Della Valle D'aosta

problema rallentamento sdrucciolevole

Traffico rallentato, fondo stradale scivoloso a 23 m prima di Incrocio Entreves (Km. 9,5) in entr..…

h 13.31: Lungotevere (RM)

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra Incrocio Ponte Giuseppe Mazzini..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum