Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

La passata temporalesca di venerdì sera al nord-ovest

Il primo impulso temporalesco legato alla depressione del week end transiterà domani tra pomeriggio e sera su parte del nord. Le regioni nord-occidentali Piemonte e Lombardia saranno le due regioni con maggiori possibilità di assistere a qualche temporale. Vediamo nel dettaglio modalità e tempistiche.

In primo piano - 19 Luglio 2012, ore 18.00

L'anticiclone delle Azzorre sta temporaneamente mollando la presa dell'Europa occidentale consentendo lo scavarsi di un'ondulazione che da domani inizierà ad interessare il Paese. La goccia fredda che ne risulterà, porterà con se un forte raffreddamento della temperatura un pò ovunque.

La spinta offerta dall'anticiclone atlantico favorirà una rapida evoluzione a levante del sistema ciclonico, agevolandone l'evoluzione a "cut off" (goccia fredda) sull'Italia centrale. Così facendo col passare dei giorni gli effetti più evidenti si faranno sentire soprattutto al centro ed al sud, interessando solo marginalmente le regioni settentrionali.

In questo panorama meteorologico le due giornate in cui il settentrione potrà assistere a fenomeni più organizzati sarà domani, con i temporali che avranno come obbiettivo l'angolo nord-occidentale. Un replay dalla location diversa nella giornata di sabato quando il fronte freddo in fuga verso sud darà luogo ad una veloce scodata temporalesca con obbiettivo nord-est. Triveneto, Friuli ed Emilia Romagna le aree più colpite.

Analizziamo ora nel dettaglio la giornata di domani, venerdì 19 luglio quando i primi fenomeni faranno esordio sul nostro Paese;

L'arrivo della perturbazione addosserà velocemente l'aria fredda della depressione alle Alpi occidentali. La spinta offerta dall'anticiclone delle Azzorre che avrà smania di riconquistare velocemente il terreno perduto farà evolvere velocemente già da domani pomeriggio la figura di bassa pressione verso levante.

Su tutto il settentrione il vento a media quota (circa 5500 metri) sarà teso da SW e il vento nei bassi strati tenderà a divenire temporaneamente sciroccale soprattutto sul mar Ligure e l'alto Tirreno. Appena dopo le ore di punta probabili nubi convettive si addenseranno lungo i rilievi alpini occidentali preannunciando la discesa di alcuni nuclei temporaleschi durante le ore pomeridiane.

 I temporali prenderanno vita dalle aree di alta pianura vicine al baluardo alpino. Le zone di innesco più probabili saranno le Prealpi alle spalle di Torino e zone limitrofe. Il vento da sud-ovest a media quota farà evolvere questi temporali verso le zone di alta pianura nord-occidentali. Torinese, canavese, vercellese e novarese le zone "in pole" per i fenomeni più vistosi.

Non sono tuttavia da escludere episodi temporaleschi più isolati anche su cuneese alessandrino, astigiano varesotto e milanese, specie durante le ore di tarda serata.

Previsione da confermare nel dettaglio. Seguite gli aggiornamenti di domani.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum