Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

La nube "Asperatus Undulatus" NON è nuova...

Le farneticazioni sulla nube Asperatus, inserita con colpevole ritardo nell'Atlante mondiale delle nuvole.

In primo piano - 24 Marzo 2017, ore 11.27

Definire l'Asperatus la nube simbolo della modificazione climatica artificiale va aldilà di ogni possibile previsione sull'ignoranza umana e ci accorgiamo sempre più che davvero poche sono le persone che hanno passato la vita ad osservare le varie formazioni nuvolose.

Molte invece quelle che alzando finalmente gli occhi al cielo, dopo aver trascorso la vita a guardare per terra e avendo osservato formazioni nuvolose più rare rispetto a quelle classiche che solcano la troposfera, hanno subito gridato al miracolo, o meglio, alle manovre climatiche segrete dell'uomo.

Un teorema facilmente smontabile, che parte proprio dall'osservazione delle nubi stesse, l'ASPERATUS UNDULATUS è certamente singolare e un po' inquietante, ma ben conosciuto dagli addetti ai lavori, secondo Paul Hardaker, responsabile della Royal Meteorological Society, la formazione delle nubi asperatus si osserva quando una forte corrente d' aria investe dal basso lo strato inferiore delle nuvole.

Sono più spettacolari quando l'irruzione d'aria fresca investe un grande lago o un mare, sollevando aria umida e condensandola in nube, che assume forme ancora più bizzarre se nel suo cammino trova una catena di montagne sulla quale incagliarsi.

Si generano così questa sorta di onde nel corpo nuvoloso, nata sia dalla discontinuità del vento che dagli ostacoli orografici incontrati, tali da conferirgli un aspetto aggrovigliato e minaccioso. La turbolenza presente al suolo e sino agli strati medi può essere accompagnata da uno strato di inversione in quota. Da qui l'impossibilità della nube di crescere oltre un certo piano isobarico e dunque nel raggiungere lo stadio del cumulonembo.

Spesso legata a situazione di stau orografico, questa formazione nuvolosa finisce per dissiparsi appena cessa la corrente che l'ha generata senza magari aver dato luogo nemmeno ad un piovasco degno di nota. Sono nubi note in tutto il mondo, tranne nelle zone polari ovviamente e NON sono nate ieri, anche se con colpevole ritardo è stato inserito solamente da poco nell'Atlante Mondiale delle Nubi.

Non andiamo allora a raccontare che si tratta di nubi mai viste.


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 08.52: A13 Bologna-Padova

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra Occhiobello (Km. 49,1) e Ferrara..…

h 08.52: SS372 Telesina

problema rallentamento sdrucciolevole

Traffico rallentato, fondo stradale dissestato nel tratto compreso tra 4,147 km dopo Incrocio Vaira..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum