Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

La domenica con l'ombrello per il centro-sud

Una nuova perturbazione prenderà di mira nel corso del weekend il nostro Paese, risultando più attiva sulle regioni centrali e meridionali. Entriamo un po' più nel dettaglio.

In primo piano - 12 Febbraio 2010, ore 11.06

Sarà ancora la grande onda depressionaria scaturita dall'ormai vecchio riscaldamento della stratosfera polare a disporre le manovre del tempo sull'Europa e sull'Italia almeno fino alla metà del mese. Una nuova onda corta si porterà nella giornata di sabato dall'Europa settentrionale verso l'area iberica; qui incontrerà un secondo piccolo nucleo di vorticità ciclonica con tanto di corpo nuvoloso alla deriva in pieno Atlantico. Tale struttua, sfuggita al controllo del ciclope depressionario canadese, verrà rinvigorita nel momento in cui la piccola onda europea vi si sovrapporrà sotto le grazie della consenziente corrente a getto. Siamo dunque a sabato ed ecco una nuova perturbazione materializzarsi sulla Spagna per poi viaggiare a grandi passi verso l'Italia. La corrente a getto nel frattempo, scesa fino sulla verticale dei deserti nord-africani, verrà a sua volta rinvigorita dall'aumentato sbalzo di temperatura con le masse d'aria circostanti e accelererà il suo cammino. Ne risulterà uno strappo di vento in quota che domenica, con un aiutino orografico dispensato dalla rottura del flusso nei bassi strati da parte dell'Atlante, imporrà l'approfondimento di un minimo di pressione sulle coste nord-occidentale algerine. Questo si porterà dal Canale di Sardegna verso il basso Tirreno per poi attraversare la Calabria e finire sullo Jonio. La fenomenologia di domenica dunque seguirà più o meno questo percorso; rovesci sono attesi fin dal mattino sulle Isole Maggiori, con qualche spunto temporalesco possibile tra la Sardegna meridionale e la Sicilia occidentale. Piogge anche su Calabria, Basilicata, Puglia e su diversi settori della Campania. Le quote neve si collocheranno intorno a 600-800 metri su Sardegna (buoni gli accumuli sul Gennargentu), zone interne della Campania, Basilicata ed entroterra pugliese, oltre gli 800 sulla Calabria, tra 1000 e 1200 sulla Sicilia. Nel pomeriggio il temporaneo rinforzo dei venti di Scirocco farà volare il limite delle nevicate fin verso i 1600 metri sulla Sicilia e intorno a 1400 sulla Calabria, ma proprio l'energia contenuta entro questa botta d'aria mite favorirà l'insorgenza di temporali tra l'Isola, la Calabria e, prima di sera, anche sul Salento, con successiva rapida nuova discesa delle quote neve fin verrso i 1000 metri. Ottimi gli accumuli nevosi sulla Sila. Nel frattempo si attenuano i fenomeni sulla Sardegna, dove potrà anche farsi avanti qualche timida schiarita. Sulle altre regioni del sud e del centro, poste nelle ore pomeridiane un po' ai margini rispetto al nucleo principale del ventaglio nuvoloso, si avranno precipitazioni sparse alternate a momenti asciutti, in un contesto sempre incerto e inaffidabile. Quote neve poste intorno a 600-800 metri. Buoni o discreti gli accumuli sull'Appennino lucano e sui settori più interni del Cilento.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 21.41: A56 Tangenziale Di Napoli

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra Barriera Napoli Est (Km. 19,6) e..…

h 21.33: A15 Parma-La Spezia

coda rallentamento

Code per 4 km causa traffico intenso nel tratto compreso tra Svincolo Berceto (Km. 51) e Svincolo..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum