Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

La depressione del week-end: dove cadrà la neve?

Entro la giornata di domani, venerdì primo febbraio una intensa depressione andrà scavandosi sulla penisola italiana innescando una forte ventilazione ciclonica ed alcune precipitazioni a spasso per il Paese. Quale sarà l'evoluzione della depressione sull'Italia? Quali aree del Paese si giocheranno le maggiori probabilità di assistere alla caduta di neve?

In primo piano - 31 Gennaio 2013, ore 13.00

Uno strappo alla struttura dell'anticiclone riuscirà a provocare entro le prossime 24-36 ore la formazione di una profonda depressione con un minimo al suolo centrato sul golfo Ligure. La formazione di questo "gorgo" ciclonico sarà provocato da un intenso scambio meridiano che andrà così a formare una depressione da contrasto proprio sul suolo italiano. L'imponente flusso di aria fredda di origine artico-marittima determinerà un ricambio d'aria con un netto calo delle temperature che entro domenica mattina sarà avvertibile a tutte le quote.

L'impostazione delle correnti a media ed alta quota non saranno favorevoli ad innescare precipitazioni abbondanti anche nel settore nord-occidentale del Paese.

Le fasi perturbate sullo stivale saranno essenzialmente due:

- La prima fase tra sabato mattina e le prime ore di sabato pomeriggio provocherà la caduta di precipitazioni soprattutto sulla riviera ligure di levante ed alcuni settori dell'alta Toscana. Intensi venti di Libeccio prenderanno vita nel momento in cui il minimo al suolo andrà scavandosi raggiungendo il ragguardevole valore di 985mb. La quota neve inizialmente molto elevata (1500 metri) subirà un drastico calo al momento dell'innesco delle precipitazioni scendendo attorno ai mille metri.

 

- Con l'arrivo di sabato sera il minimo di bassa pressione al suolo tenderà a migrare abbastanza velocemente verso l'Italia centrale. La rotazione della ventilazione dai quadranti nord-orientali favorirà alcune precipitazioni piuttosto intense che andranno concentrandosi soprattutto lungo i versanti adriatici dell'Emilia Romagna delle Marche e dell'Abruzzo. In questa fase l'intensa iniezione di aria fredda a tutte le quote determinerà un drastico calo della quota neve su diverse regioni. Si prevedono pertanto cadute di neve sino a 500 metri sull'Emilia Romagna. Nelle prime di domenica quota neve attestata ai 300-400 metri su Marche ed Abruzzo.

 Tra il pomeriggio e la sera di domenica 3 febbraio la depressione andrà indebolendosi lasciando in eredità alcuni modesti annuvolamenti a spasso per le regioni meridionali ma con scarse precipitazioni. Il calo della temperatura entro fine episodio sarà piuttosto consistente.

Approfondimenti su: http://meteolive.leonardo.it/news/Week-end/4/Fine-settimana-TURBOLENTO-sull-Italia/40309/ di Paolo Bonino.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 03.38: A7 Milano-Genova

rain

Pioggia nel tratto compreso tra Serravalle Scrivia (Km. 84,5) e Busalla (Km. 111,5) in entrambe l..…

h 03.36: A14 Pescara-Bari

rain

Pioggia nel tratto compreso tra Ancona Sud (Km. 230,4) e Poggio Imperiale (Km. 507) in entrambe l..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum