Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

La CRISI TEMPORALESCA tra domenica e martedì in Italia

Domenica coinvolto il settentrione ad eccezione di Liguria e Romagna. Tra lunedì e martedì temporali un po' ovunque eccetto Sardegna, Sicilia e regioni estreme.

In primo piano - 18 Luglio 2014, ore 09.46

Fine settimana rovinato a metà per le regioni settentrionali. Il centro e il sud non correranno invece problemi, a parte un aumento della nuvolosità al centro nella giornata di domenica.

La prima cartina ci mostra la sommatoria delle precipitazioni attese in Italia nella giornata di domenica 20 luglio.

Ad eccezione della Liguria e della Romagna, che quasi certamente non avranno fenomeni, su tutte le altre regioni i temporali inizieranno a fare la voce grossa dalla tarda mattinata ad iniziare dai settori alpini e prealpini. Le manifestazioni temporalesche si estenderanno in breve tempo alle pianure, specie del Piemonte, della Lombardia e del Veneto, risultando anche di forte intensità.

Su Liguria, Emilia Romagna e Toscana si avrà solo un aumento della nuvolosità, ma senza precipitazioni, mentre altrove sole e caldo domineranno ancora la scena meteorologica di questa giornata festiva.

Nella giornata di lunedì 21 i temporali sfonderanno anche sulle regioni centrali fino a lambire la Campania. Qualche fenomeno potrebbe risultare anche intenso in quanto la saccatura è prevista entrare direttamente sull'Italia.

Resteranno all'asciutto, probabilmente, solo le due Isole Maggiori e le estreme regioni meridionali.

Ventilazione in rinforzo ovunque, mari che aumenteranno il loro moto ondoso e temperature che tenderanno a scendere in maniera anche consistente laddove le precipitazioni persisteranno maggiormente.

 

La terza e ultima cartina che vi presentiamo inquadra la situazione attesa in Italia nella giornata di martedì 22 luglio.

C'è poco da dire: ad eccezione delle Isole e delle regioni estreme meridionali, l'instabilità risulterà estesa a tutta la nostra Penisola.

Si tratterà di temporali o rovesci alternati a fasi asciutte e in parte soleggiate, di conseguenza non pioverà dalla mattina alla sera.

Il caldo sarà ormai sparito dall'Italia e i nostri mari si presenteranno in condizioni non buone, stante il rinforzo della ventilazione specie sulla Sardegna e sui bacini meridionali.


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum