Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

La "bomba bianca" tra giovedì 17 e venerdì 18

L'inverno 2012-2013 tenterà di uscire con tutte le sue forze dall'impasse tiepido ed umido su cui è rimasto adagiato per diverso tempo. Gli aggiornamenti di oggi calcano la mano su una prolungata fase di tempo freddo invernale che vedrà protagonista soprattutto il nord e parte delle regioni centrali. Focalizziamo l'attenzione sul delicato passaggio perturbato tra giovedì 17 e venerdì 18.

In primo piano - 12 Gennaio 2013, ore 13.30

La fase di maltempo ed instabilità prevista a partire dalla giornata di domani potrebbe raggiungere il suo picco di massimo fulgore dopo la seconda metà della settimana prossima tramite la formazione di una intensa depressione sulle regioni centro-settentrionali italiane. La depressione attualmente prevista dai modelli risulterebbe assai profonda con un minimo stimato al suolo di ben 995hpa in posizione ancora da stabilire nel dettaglio.

L'origine della sua formazione risiederebbe nell'imponente iniezione di aria artica-marittima che prenderà il sopravvento sull'Europa già a partire dalle prossime ore. Diversi impulsi di aria fredda di origine scandinava e nord-atlantica scivoleranno velocemente in direzione di Francia e Germania rendendo complessivamente molto instabile il tempo anche sull'Europa dove le temperature sono previste in graduale calo col passare dei giorni.

L'aria polare-marittima come già ribadito su altri articoli, è caratterizzata da una sostanziale mancanza di valori molto gelidi al livello del suolo. Questa mancanza viene però compensata da un elevato gradiente termico verticale. (forte diminuzione della temperatura con la quota) Questo particolare profilo termico favorisce la formazione di ciclogenesi con tempo spesso instabile e ricco di precipitazioni.

Freddo non eccezionale ma condito ed accompagnato da diversi episodi nevosi che a partire dalla giornata di domani regaleranno diversi episodi nevosi prima su Alpi ed Appennino, successivamente anche su parte delle pianure del nord. Motivo di tanta instabilità che prediligerà soprattutto il centro-nord è da ricercarsi nella traiettoria di ingresso dell'aria fredda sul nostro Paese. L'aria fredda riuscirà infatti ad entrare sul Mediterraneo attraverso la valle del Rodano determinando la frequente formazione di ciclogenesi sul Mediterraneo centrale, in grado di influenzare il tempo anche dei settori tirrenici.

A tal proposito la depressione prevista tra giovedì 17 e venerdì 18 trarrà anch'essa origine da un forte flusso di aria artica-marittima che passando dal golfo del Leone provocherà la formazione di questo nuovo "trottolio vorticoso" condito da temperature fredde e geopotenziali bassi.

Arriveranno delle nuove nevicate?

Il profilo termico previsto sarà caratterizzato, almeno sulle regioni settentrionali, dalla presenza di freddo moderato soprattutto ai livelli superiori, in linea con le caratteristiche intrinseche della massa d'aria che ci interesserà. Parte di questo freddo sarà già stato distribuito verso i bassi strati dalle precipitazioni che interesseranno lo stivale i giorni precedenti, agevolando così la caduta di fiocchi anche su alcune aree di pianura. L'effetto di "rovesciamento" dell'aria fredda dalla quota verso il suolo risulterà decisamente intensa, favorendo così delle nevicate che un pò ovunque cadranno a quote modeste eludendo la rigida logica imposta dalle più classiche situazioni di neve per flusso sciroccale al di sopra di cuscino freddo.

Per quanto riguarda le aree più esposte alle precipitazioni risulta arduo al momento fare delle stime affidabili. La formazione di questi minimi "da contrasto" tra il tiepido Mediterraneo e l'aria molto fredda che giunge sopra di esso è molto difficile da individuare sino a poche ore prima dello svolgersi degli eventi.

Approfondimenti: http://meteolive.leonardo.it/news/In-primo-piano/2/E-adesso-Come-evolvera-la-situazione-/40094/ di Paolo Bonino.

Seguite gli aggiornamenti.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 06.12: A13 Bologna-Padova

incidente

Ripristino incidente causa incidente nel tratto compreso tra Bologna Interporto (Km. 7,9) e Altedo..…

h 05.37: A11 Firenze-Pisa

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Allacciamento A12 - Pisa (Km. 79,4) e Allacciamento A12 - Lucca..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum