Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'ultima decade di settembre? In prospettiva autunnale, ma attenti all'uragano Igor

Per allora il mostro che, mentre scriviamo, sferza l'Atlantico tropicale con venti fino a 250 km/h sarà solo un ex depressione tropicale ma potrebbe risultare determinante nel dislocamento delle pedine sul comparto euro-atlantico e anche per il tempo di casa nostra.

In primo piano - 15 Settembre 2010, ore 10.42

Mentre le alte latitudini gradualmente si raffreddano, la fascia tropicale del nostro emisfero è ancora alle prese con lo smaltimento dei bollori estivi. Tutta quell'energia immagazzinata dagli oceani viene ora trasmessa all'atmosfera, la quale ha il compito di dissiparla per ripristinare i giusti equilibri.

E quale metodo più semplice per dissipare l'energia se non plasmando un bel ciclone tropicale? In effetti l'Atlantico quest'anno risulta in gran forma e mostra una catena di montaggio ciclonica decisamente attiva e prolifica. Tra tutti i vortici piccoli e grandi che stanno solcando le sua calde acque tropicali, la nostra attenzione va posta in particolare sul più forte: Igor.

Per quale motivo ci dovrebbero interessare le vicissitudini di un uragano? Per il semplice fatto che il medesimo potrebbe risultare determinante nel forgiare le onde atmosferiche destinate al nostro Continente.

In particolare il mostro tropicale verrà agganciato intorno al 20-22 settembre dalla circolazione extratropicale al largo delle coste orientali canadesi. Il trasferimento dell'instabilità baroclina entro una struttura barotropica come quella di un ormai ex-uragano (entrambi meccanismi legati allo sviluppo delle basse pressioni), porrà in essere una mutua amplificazione delle due strutture depressionarie, cosi chè esse si fonderanno in un unico centro ciclonico estremamente profondo.

Le mappe indicano attualmente valori di pressione che nella giornata del 23 settembre  raggiungeranno i 960hPa al centro del vortice, collocato con il suo quartier generale sul mare del Labrador.

L'importanza di questo vortice sta nel fatto che esso costringerà la corrente a getto polare a risucchiare verso le alte latitudini atlantiche, in particolare verso Islanda e Groenlandia, un notevole spessore di aria calda di origine subtropicale. Su quel comparto oceanico verrà pertanto a strutturarsi un possente anticiclone di blocco.

Da qui nascono le prime ipotesi riguardo l'evoluzione a lungo termine sull'Europa e sull'Italia. Al momento la prima ipotesi, la più gettonata, vedrebbe l'alta pressione subtropicale proiettare il suo asse tra Groenlandia e Islanda, causando una controrisposta depressionaria meridiana diretta dalla Scandinavia verso il bacino centro-occidentale del Mediterraneo. Ne deriverebbe una fase di generale maltempo un po' per tutta l'Italia a partire dal 24-25 settembre.

La seconda ipotesi, al momento più in disparte, vedrebbe l'asse anticiclonico puntare verso le Isole Britanniche e il Mare del Nord, costruendo una tipica situazione di "rex-blocking", ovvero con il blocco anticiclonico e quello depressionario inclinati verso nord-est. In tal caso la sacca depressionaria risulterebbe più sottile e andrebbe essenzialmente a interessare con il maltempo le nostre regioni settentrionali e parte di quelle centrali, risparmiando il nostro meridione. E se la bolla anticiclonica spanciasse verso Spagna e Francia inviando sull'Italia secche correnti nord-occidentali?

Come vedete, diverse strade sono aperte e tutto è al momento possibile. Per ora ammiriamo la potenza della natura sfogarsi là in mezzo all'oceano, in attesa di conoscere i velleitari progetti di quest'esordio d'autunno tutto fuorchè piatto e noioso.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 19.25: A56 Tangenziale Di Napoli

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra Capodimonte (Km. 16,1) e Secondi..…

h 19.22: A14 Pescara-Bari

rallentamento

Veicoli lenti nel tratto compreso tra Vasto Sud (Km. 454,6) e Vasto Nord-Casalbordino (Km. 437,3)..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum