Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L”Orso” siberiano si prepara a dare una zampata verso l’Europa orientale?

Finalmente l’anticiclone russo comincia a prendere i connotati invernali; cerchiamo di capire qual è il motivo scatenante di questo risveglio

In primo piano - 22 Novembre 2002, ore 11.45

Grandi manovre in atto attorno al Polo Nord; infatti il vortice polare sta subendo grosse modifiche nella sua struttura alle quote medie (attorno ai 3000-5000 metri). In poche parole questa grande figura depressionaria ha deciso di scindersi in tre minimi distinti, di cui: - uno rimarrà in prossimità del Polo - il secondo traslerà verso il Canada, agevolando fra 3-4 giorni una intensa discesa di aria gelida fino a buona parte degli Stati Uniti settentrionali - un terzo viaggerà rapidamente verso la Siberia Sarà proprio quest’ultimo che con il suo rapido spostamento provocherà in vicinanza della Nuova Zemlja un temporaneo ma improvviso calo di pressione anche al suolo; si attiveranno allora forti venti gelidi da nord, che in ultima analisi (assieme ad altri fenomeni fisici tipici di queste situazioni) contribuiranno a far calare ulteriormente i valori termici, per portarli a sfiorare nelle zone più interne siberiane i –50°C. Le nubi però non si faranno vedere molto facilmente, dato che con queste temperature l’aria risulta comunque estremamente secca. Una volta che il minimo in quota si sarà fermato o avrà rallentato, ritroveremo valori termici attorno ai –45°C a 5000 metri; in pratica si verificherà una sorta di situazione con temperatura pressoché costante andando dal suolo verso questo livello. Alle quote più basse l’effetto albedo (dovuto alla riflessione dei raggi solari da parte della neve) contribuirà a mantenere molto bassi i valori per molti giorni, mentre a quote appena più elevate, dove l’azione del ghiaccio non si fa sentire, la temperatura aumenterà gradualmente, creando una inversione termica sempre più accentuata. Ecco che allora la Siberia settentrionale si ritroverà con una massa di aria fredda e stabile al suolo contrapposta ad una depressione molto forte in quota; ciò contribuirà al rapido stabilirsi di un anticiclone termico, quello siberiano appunto. Questa figura per sua natura e grazie all’uniforme copertura di neve e ghiaccio che troverà sulla sua strada, si accrescerà e si approfondirà sempre più, espandendosi anche verso ovest, dove troverà come antagonista la depressione d’Islanda. I venti che scaturiranno da questa lotta porteranno aria gelida fin verso la Carelia, la Finlandia, la Russia Bianca e forse la Polonia entro il prossimo fine settimana 30 novembre-1° dicembre, mentre per la nostra Penisola almeno per ora non si intravedono sbocchi in questo senso. Però come ben sappiamo dalle esperienze passate, il Burian è un vento imprevedibile, che può colpire dovunque gli sia permesso, quindi basta che una depressione in prossimità del Mar Nero sia leggermente più profonda di quanto previsto dai modelli matematici, ed ecco che l’aria fredda sfonda leggermente più ad ovest, dove potrebbe trovare altre depressioni ad accoglierla, e così via... Per la prossima settimana quindi non ci saranno sorprese gelide, ma a quanto pare l’Orso siberiano ha intenzione di dare battaglia a lungo alla depressione d’Islanda. Chi vincerà questa “guerra”? Forse fra una decina di giorni avremo un responso più chiaro.

Autore : Lorenzo Catania

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 19.17: SP95(UD) di Madrisio

blocco

Regolazione traffico con chiusura ad intermittenza causa trasporto eccezionale nel tratto compreso..…

h 19.08: A11 Firenze-Pisa

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Barriera Di Pisa Nord (Km. 81) e Allacciamento A12 - Pisa (Km. 79..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum