Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'ondata calda sta arrivando: si entra nel vivo di questa nuova fase estiva

Proprio adesso, mentre vi stiamo scrivendo, una forte avvezione d'aria rovente subtropicale parte alla conquista del territorio europeo, vediamo quali saranno gli sviluppi per il nostro Paese.

In primo piano - 24 Giugno 2019, ore 21.29

Un rialzo deciso della temperatura sta cominciando a manifestarsi proprio in queste ore sull'Europa occidentale e su una grossa porzione del Mediterraneo. Quella che ci accingiamo a vivere, potrebbe essere una delle ondate di calore più intense dell'estate, essa sarà in grado di trascinare isoterme africane nel cuore dell'Europa. Ormai giunti al di sotto del range delle 100 ore, possiamo confermare con una certa sicurezza l'arrivo dell'isoterma +25 alla quota di 850hpa (circa 1500 metri) su Francia, Spagna, Italia. Con questo tipo di temperature, nel periodo compreso tra mercoledì 26 e sabato 29 giugno, potremo aspettarci valori termici al suolo superiori alla soglia dei 40 gradi. Ecco la previsione sulle temperature previste in Italia venerdì 28 giugno. Nelle aree cerchiate saranno più elevate le probabilità di avere temperature massime pari o superiori a +40°C:

Contrariamente a quello che abbiamo potuto sperimentare sino a questo momento, le conseguenze di questa onda di calore, essendo fortemente sbilanciata nella parte occidentale del continente, si farà sentire principalmente sulle regioni del nord Italia, laddove sono previsti i valori assoluti più elevati di temperatura. Al centro e dal sud l'azione calda risulterà più marginale, anche se col trascorrere dei giorni anche queste regioni sperimenteranno un graduale rialzo delle temperature. Ecco le anomalie termiche previste sull'Italia dal modello europeo sabato 29 giugno:

Come detto, l'onda calda su tropicale avrà i suoi massimi effetti in Francia, laddove è stato rilasciato uno stato di allerta conseguente al pericolo di malori da caldo intenso nei soggetti più a rischio. Diventa lecito domandarsi quanto potrà ancora persistere questo ondata di calore sul Mediterraneo; purtroppo a questa domanda non siamo ancora in grado di rispondervi, tuttavia gli aggiornamenti messi in luce dal modello europeo, evidenziano una lunga fase di riassorbimento dell'onda calda e potrebbe impiegare diversi giorni. Una possibile via d'uscita è ipotizzabile entro la prima decade di luglio, a tal proposito sono però necessarie ancora ulteriori conferme. Ecco la previsione Ensemble del modello americano riferita a martedì 2 luglio:

 

 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum