Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'ira del Libeccio, forti burrasche sui mari di ponente

Interessati in particolare il bacino corso-ligure, l'alto Tirreno e il mare di Sardegna nonchè le cime alpine e dell'Appennino settentrionale

In primo piano - 30 Ottobre 2008, ore 10.08

Il tonfo del nuovo minimo depressionario proveniente dalla Groenlandia, pronto a insediarsi sulla penisola Iberica, si farà sentire sui nostri mari con il rumore sordo delle burrasche. La forza del vento, il classico Libeccio, mostrerà un crescendo rossiniano nel corso di giovedì e si prolungherà fino alle prime ore di venerdì. Insomma, un cocktail pericoloso. Per motivi geografici e di esposizione saranno il bacino corso-ligure e quello sardo a sobbarcarsi il carico rabbioso del vento in questa situazione tipicamente autunnale. Il vento sarà già presente nella mattinata di giovedì sul mar Ligure e il mar di Sardegna e rinforzerà ulteriormente nel corso della giornata. Mare sempre più agitato, in particolare sulle coste liguri di Levante e su quelle dell'estremo Ponente già dal mattino, con il moto ondoso che andrà sospingendo verso i litorali onde sempre più alte nel corso de pomeriggio-sera. Questo a causa dell'aumento del fetch, ossia dell'estensione di mare sulla quale il vento potrà agire indisturbato nella medesima direzione. Dalla tarda mattinata il Libeccio rinforzerà nuovamente anche sul settore corso e sul mar di Sardegna. Mareggiate saranno dunque probabili sul Levante ligure tra Genova e le Cinque Terre ma anche sulle coste occidentali sarde, in particolare nell'algherese ma anche nell'oristanese. Nel pomeriggio vento forte meridionale anche sull'arcipelago toscano e lungo le prospicienti coste, con possibilità di qualche mareggiata lungo i litorali dell'Elba esposti a sud. Mari in condizioni proibitive quindi. Occorrerà tenere in conto probabili disagi nei collegamenti marittimi di linea a causa della precauzionale deviazione delle rotte, in particolare quelle tra Genova e la Sardegna. Non si esclude anche la sospensione dei collegamenti minori. La situazione rimarrà piuttosto critica anche nella notte su venerdì, mentre dalla mattinata dello stesso giorno la situazione dovrebbe leggermente migliorare a causa della rotazione dei venti a Scirocco associati ad un generale indebolimento degli stessi.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum