Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'inverno prepara la visita al centro-sud: "settimana bianca" per l'Appennino

Dopo le Alpi sarà il turno dell'Appennino, segnatamente i versanti esposti lungo l'Adriatico. Responsabile dell'incursione invernale un blocco depressionario in discesa dalle regioni scandinave. Il target previsto dopo metà settimana.

In primo piano - 9 Febbraio 2009, ore 09.34

Che fosse la volta buona? Questa volta parrebbe proprio di sì. E così, dopo le Alpi sommerse da tanta neve quanta non se ne vedeva dai tempi d'oro del "non" global warming, arriverà presto anche il turno dell'Appennino. Certo non aspettiamoci un evento di pari portata, con valanghe distruttive e intere valli isolate. La giusta misura nell'inquadrare gli eventi è in questo caso d'obbligo, soprattutto per rendere edotti gli amanti della neve sparsi lungo lo Stivale e rimasti finora a bocca asciutta, della giusta proporzione degli eventi. Rispetto a quanto anticipatovi nei nostri precedenti interventi tutto sta filando via liscio come l'olio. Il minimo depressionario che darà la scossa al Generale, ricordandogli che l'Italia ha anche un centro e un sud, è già in fase di sviluppo sul vicino Atlantico. La corrente a getto in oceano sta operando un egregio lavoro costuttivo e invierà martedì una prima giovane perturbazione sulle nostre regioni settentrionali e centro-meridionali tirreniche. Ebbene questa manovra non finirà qui ma avrà un seguito sorprendente. Una improvvisa elevazione meridiana dell'anticiclone atlantico scalcerà verso est il nocciolo depressionario costringendolo a finire nella rete di un blocco di aria fredda in stand by sulle regioni scandinave. La fusione tra la struttura atlantica e qualla scandinava funzionerà come evento propulsivo e imprimerà un movimento meridiano, stavolta però verso sud, di tutto il malloppo. Ecco dunque che, eluso lo spigolo orientale delle Alpi (ma è anche da considerare un contributo secondario dalla via francese del Rodano), l'aria fredda avrà via libera per buttarsi sul nostro Stivale. Ancora una manovra di ritocco e tutto sarà pronto. Tra giovedì e venerdì un minimo al suolo inizialmente di natura orografica, inizierà a scavarsi al largo delle coste tirreno centro-meridionali e raccoglierà entro le sue spire tutta l'aria fredda che staziona ancora solo al di là dell'Adriatico costruendo un bel vortice a tutte le quote. Le conseguenze prevedono dunque un netto peggioramento su tutto il centro-sud e sulla Romagna. Le temperature inizieranno a scendere sensibilmente e la neve guadagnerà man mano terreno verso le basse quote appenniniche, in particolare lungo il versante adriatico. Montagne imbiancate dalla Romagna al Gargano e dalla Lucania alla Calabria. Anche la Sicilia avrà la sua bianca sorpresa a quote piuttosto basse lungo le sue principali dorsali. A questo punto non ci rimane che aspettiarvi su questa pagine per gli ulteriori aggiornamenti del caso.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum