Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'inverno 2014? Record di mitezza e piovosità

Record, anche se non assoluto, per quanto riguarda precipitazioni e temperature miti, soprattutto nel mese di febbraio. Ecco una radiografia completa della stagione appena passata,

In primo piano - 10 Marzo 2014, ore 14.11

 Un inverno da record.. a modo suo però. Ora che la stagione invernale è ormai alle spalle, possiamo stilare un resoconto meteo-climatico che, a bocce ferme, risulta davvero sorprendente. Vuoi che l'inizio delle rilevazioni sistematiche a livello statistico sono iniziate nel 1800 (in piena Piccola Era Glaciale), vuoi per le caratteristiche individuali di questa stagione, i record certo non sono mancati.

Tanto per iniziare si è trattato di un inverno particolarmente mite. Secondo i dati elaborati dal Cnr, nessuna regione d'Italia ha fatto registrare valori al di sotto della media, ma neanche pari alla media. La colonnina di mercurio si è attestata ovunque su valori al di sopra della media. Gli scarti più rilevanti sono stati registrati su nord-est ed Emilia Romagna, con valori mediamente superiori alla norma di 2-3°C.

Particolarmente mite anche su Lombardia, Liguria, Toscana e lungo tutto il versante adriatico, con valori fino a 1-2°C sopra la norma. Attenzione a non farci ingannare: 1-2°C a livello giornaliero sarebbero non significativi, a livello stagionale invece assumono una importanza assai rilevante.

Tra i tre mesi invernali, febbraio è stato quello che ha "osato" di più in termini di eccessi: pensate che a livello nazionale la colonnina di mercurio si è attestata mediamente oltre i 2,5°C sopra la media del periodo. Si tratta di uno degli inverni più miti dal 1800, dopo quello del 1990 e del 2006/07.  Il record assoluto di mitezza 2013/14 spetta al nord-est e a tutte le regioni adriatiche fino al Gargano: su questi settori temperature superiori alla norma fino a 4°C.

Ma da dove è arrivata tuta questa mitezza? Dalle correnti temperature provenienti dall'oceano Atlantico, che hanno dominato il trittico dicembre-gennaio- febbraio. Ecco che passaimo al secondo dato saliente della stagione, la piovosità.

Si, perche se le correnti dell'oceano in inverno portano aria mite, portano anche aria umida, dunque anche nubi e piogge. Sempre secondo i dati del Cnr, l'Italia si è contraddistinta per una piovosità da record sulla maggior parte del territorio. 150% di piovosità in più mediamente al nord, con punte fino al 250% sul Triveneto.

Da aggiungere anche in questo caso il dato di febbraio, il più anomalo dei tre mesi invernali, che ha dispensato sul nostro nord-est ben il 400% di precipitazioni in più rispetto alla norma. In questo ambito si inseriscono anche le maxi nevicate avvenute sulle Alpi.

Piovosità elevata anche lungo tutto il versante tirrenico e all'estremo sud. Fanno eccezione a questi dati solo tre regioni su 20, in particolare Marche, Sicilia e Sardegna. Su questi settori, ma in particolare sulla Sardegna, tra il 1° dicembre e il 28 febbraio è piovuto fino al 50% in meno della norma.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 06.12: A13 Bologna-Padova

incidente

Ripristino incidente causa incidente nel tratto compreso tra Bologna Interporto (Km. 7,9) e Altedo..…

h 05.37: A11 Firenze-Pisa

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Allacciamento A12 - Pisa (Km. 79,4) e Allacciamento A12 - Lucca..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum