Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'informazione a senso unico fa male a tutti e non è degna di una democrazia

La televisione di Stato in modo a volte subdolo, altre volte palese, orienta i cittadini verso una verità di parte, che fonda le sue radici nell'ideologia.

In primo piano - 12 Novembre 2008, ore 10.29

Umberto Veronesi, Rita Levi Montalcini, Carlo Rubbia, la maggior parte degli attori da Placido a Gullotta, sono tutti schierati a sinistra. E' opinione comune che lì ci sia cultura, tolleranza, plauso per la ricerca, anticonformismo, antirazzismo, ideali di pace, serenità, giustizia sociale, buoni sentimenti, amore per la natura e dunque per l'ambiente. Spesso queste scelte sono frutto di un meccanismo perverso che altrimenti ti emargina da tutto. La destra invece pare bocciata su tutto: stereotipata, superficiale, squadrista, priva di vera cultura, razzista, xenofoba, integralista, bigotta, intollerante, guerrafondaia. Quindi o stai a sinistra o sarà molto più difficile emergere ed avere successo. Se poi scegli di estraniarti come noi dalla gabbia della politica, a cui in Italia si cerca putroppo di ricondurre tutto, non hai proprio alcuna speranza. La maggior parte dei giornalisti è comunque schierata a sinistra e sull'ambiente le notizie che passano sono quasi sempre le stesse: clima che va a rotoli, ghiacci in agonia, malaria in arrivo, caldo record, alluvioni, uomo cattivo. Se occasionalmente riesce a filtrare qualche notizia che ridimensiona tutto questo, subito ci si appella al principio di precauzione, per cui nel dubbio è meglio intervenire con cifre folli a sostegno dell'ambiente e nell'interesse di tutti. (???) Se, come in questa sede, si fa notare che forse la spesa in quella direzione è eccessiva ed andrebbe indirizzata ad esempio alla prevenzione e alla cura di malattie molto gravi e delle popolazioni più indigenti, già esci fuori strada. Se per di più a sostegno della tua tesi fai notare come FORSE siano ben altre le cause del riscaldamento che il pianeta ha vissuto nell'ultimo secolo, allora ti tacciano di negazionismo, di asservimento ai poteri forti (chissà quali?) e ai petrolieri. E non importa se ti senti più ambientalista di molti altri, sei bollato quasi come un criminale ambientale. Ti invitano ad essere più moderato per rientrare nella logica del pensiero perbenista e conformista di molti milioni di persone che sposano la causa ambientalista acriticamente, senza averla mai analizzata veramente alla radice. Lo ripeto ancora per una volta, spero sia l'ultima, senza MeteoLive oggi molti non avrebbero aperto gli occhi sul clima, anche se ci siamo presi addosso qualche critica, più dettata dall'asservimento all'ideologia e dalla paura di qualche giovane di risultare emarginato magari anche dal gruppo dei pari, più che da una capacità di analisi indipendente e libera. Quella libertà, quella spontaneità che, mi spiace dirlo, anche a sinistra manca totalmente. Tutto è "teleguidato" dal partito, e qualora lui non ce la facesse ecco l'abbraccio affettuoso del sindacato. Nascono così trasmissioni come Ballarò, Anno Zero, Blob, quella di Augias e molte altre il cui compito principale non è denunziare un disagio, ma solo distruggere la parte politica avversa attraverso servizi realizzati e personaggi invitati ad arte. Un esempio per tutti: la legge Brunetta contro l'assenteismo negli uffici pubblici a Ballarò. Si vanno a prendere i casi più pietosi, famiglie di statali con handicap a carico in cui in effetti una visita del medico fiscale può non trovare l'interessato a casa perchè magari è in farmacia o accompagna il figlio ad una visita medica. Si mostra la madre disperata e piangente, come se il dottore non comprendesse la situazione di fronte ad un simile caso e non bastasse la ricevuta della farmacia per sistemare la questione. Nessun accenno alla notevole diminuzione dei tempi di attesa in comune, ad anziani che finalmente in pochi minuti possono svolgere le proprie operazioni e tornarsene rranquillamente a casa. Tutto negativo, così come l'immondizia di Napoli, nascosta per D'Alema sotto il tappeto da Berlusconi e poi Alitalia (in crisi da anni peraltro), la scuola, il federalismo, le violenze sui ragazzi di colore. Ma qualcuno dirà: ma Fede non fa forse anche peggio su Rete 4? Vero, ma a Mediaset io non sono costretto a pagare nessun canone. Non mi aspetto obiettività da loro, oltretutto Fede sul clima non ha capito nulla, ma questo è un altro discorso. Il punto è che se in Italia questi maledetti partiti non cominceranno ad uscire da una logica di contrapposizione, a smenarci saremo sempre noi, sia che comandi la destra, sia che comandi la sinistra. Ed è davvero un brutto spettacolo e un brutto vivere... Ma non voglio andare oltre, anche se come privato cittadino ne avrei tutto il diritto, anche perchè le notizie in controtendenza non passano mai: una su tutte. In questi giorni è stata data notizia di una clamorosa ripresa dei ghiacci in Alaska, quasi nessuno ne ha parltato. "Altre tre estati così" hanno affermato i climatologi americani "e si potrà cominciare a parlare di un vero e proprio cambio di rotta termico". Eppure, silenzio! Ampio risalto invece alla notizia di un'ulteriore riduzione del pack artico lanciata da un altro team di scienziati. Questo fa brodo, la controtendenza evidentemente no...

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum