Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'industria alimentare produce più gas serra dei mezzi di trasporto!

In base ad un rapporto diffuso dalla FAO, l'industria internazionale della carne genera circa il 18% delle emissioni di gas serra mondiali, un contributo maggiore dei mezzi di trasporto.

In primo piano - 17 Aprile 2007, ore 09.11

La compagnia americana Tyson Foods produce più gas inquinanti di una delle maggiori fabbriche di automobili. Secondo lo studio di una agenzia ambientale svizzera, la Centre Info, tale impatto sarebbe dovuto soprattutto alla produzione industriale di carne e macinati. Secondo lo studio, la Tyson ha prodotto lo scorso anno 1.600 unità di anidride carbonica rispetto alle 2.000 unità prodotte dalle macchine più ecologiche delle grandi case automobilistiche europee, e le 900 unità si uno dei più noti gruppi lattieri Italiani. Centre Info ha considerato l'intero ciclo di vita dei prodotti, con particolare attenzione ai processi di lavorazione della carne e la grande quantità di metano prodotto naturalmente dai bovini (il metano, un potente gas serra, emesso da bovini e ovini, per flatulenza e/o eruttazione, contribuisce in modo consistente all'aumento dell'effetto serra). Il risultato ha mostrato come un chilo di fettine di vitello produca più emissioni di gas inquinanti che una macchina in viaggio per 220 chilometri. Un chilo di maiale è equivalente invece ad un viaggio di 20 km, mentre un chilo di pollo a 10 km. Per quanto riguarda i prodotti a base di latte, un chilo di yogurt equivale a circa 8 km. In base ad un rapporto diffuso lo scorso anno dalla FAO, l'industria internazionale della carne genera circa il 18% delle emissioni di gas serra mondiali, persino più dei mezzi di trasporto. Molte di queste emissioni derivano dal protossido di azoto del letame e dal metano, cioè, per meglio dire, dalla digestione del bovino (il metano ha un effetto riscaldante 23 volte quello del carbone, mentre il protossido di azoto ben 293 volte). Considerando che ci sono un miliardo e cinquecento milioni tra bovini e bisonti sul pianeta, insieme a un miliardo e settecento milioni di pecore e capre, secondo una ricerca effettuata dall'Università di Chicago, una alimentazione vegetariana ridurrebbe l'inquinamento alimentare fino a una tonnellata e mezza di anidride carbonica l'anno. In Australia, dove i gas emessi dai bovini contribuiscono ad oltre il 12% delle emissioni di gas a effetto serra (circa 27 milioni di capi, producono circa tre milioni di tonnellate di metano l'anno, secondo il Centro di Ricerca della Cooperativa dei Bovini), alcuni ambientalisti hanno sollecitato il governo australiano a ridurre le emissioni di gas di almeno il 60% entro il 2050. "L'interno di una mucca è come una fabbrica di birra, il cibo viene fermentato e poi viene espulso gas metano". Gli scienziati del centro stanno studiando un metodo per ridurre la produzione di metano delle mucche, alterando l'alimentazione e i metodi di allevamento, che potrebbe ridurre le emissioni di metano di circa il 20% per mucca entro il 2012.

Autore : Luca Savorani

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 19.21: SS67 Tosco Romagnola

incidente

Incidente a 6,517 km prima di Incrocio Rufina (Km. 107) in entrambe le direzioni…

h 19.20: A4 Milano-Brescia

coda rallentamento

Code a tratti causa traffico intenso nel tratto compreso tra Allacciamento Tangenziale Est Di Milan..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum