Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'incognita della perturbazione d'inizio ottobre

Nonostante tutto, prosegue un autunno dalle caratteristiche decisamente movimentate. Premesso che il weekend trascorrerà in gran parte tranquillo, ecco cosa potrebbe succedere nel corso della prossima settimana.

In primo piano - 26 Settembre 2019, ore 19.00

Nei prossimi giorni la circolazione atmosferica continuerà ad essere influenzata da grandi depressioni che nel loro grembo, trasporteranno sistemi nuvolosi principalmente diretti ai paesi dell'Europa centrale e settentrionale. I sistemi perturbati potranno sfiorare in più di un'occasione l'arco alpino ma almeno sino al prossimo fine settimana, le condizioni atmosferiche previste sul nostro Paese continieranno ad essere stabili e vi saranno prevalenza di situazioni soleggiate. La situazione atmosferica relativa ai primi giorni della prossima settimana e quindi volgendo lo sguardo al periodo a cavallo tra il termine di settembre e l'esordio di ottobre, il secondo mese dell'autunno metrologico, potrebbe essere influenzata dall'ingresso di una nuova perturbazione in arrivo dai quadranti settentrionali. Questa nuova perturbazione avrebbe origine nell'ennesimo scambio meridiano che porterebbe una massa d'aria fredda di origine scandinava, a conquistare le latitudini meridionali europee. Ecco la previsione del modello americano riferita a mercoledì 2 ottobre, nella quale possiamo osservare l'ingresso di questa perturbazione:

L'irruenza con la quale questo fronte perturbato farà ingresso sul bacino del Mediterraneo, rimane ancora in gran parte oscura; nei prossimi 2-3 giorni, saranno ancora possibili importanti modifiche nell'evoluzione sinottica prevista la prossima settimana. A complicare ulteriormente la situazione, troveremo infatti un ex uragano previsto portarsi a ridosso delle coste settentrionali europee, portando con sé precipitazioni intense e forti venti. Ebbene questo uragano nel suo passaggio trascinerà una nuova massa d'aria calda di origine sub-tropicale che potrebbe modificare la traiettoria della corrente a getto sull'Europa e di conseguenza l'impatto della perturbazione nei confronti del nostro Paese. Ecco l'aggancio dell'uragano Lorenzo come viene visto dal modello europeo UKMO per le ore centrali di mercoledì 3 ottobre:

Al momento non è possibile escludere nessuna ipotesi, ma molto probabilmente l'evoluzione più plausibile rimane quella di un affondo perturbato diretto principalmente ai paesi dell'Europa orientale. In conseguenza di questo, le temperature previste in ambito europeo potrebbero subire una diminuzione piuttosto sensibile proprio nella prima settimana di ottobre, con massimi effetti in termini di raffreddamento, in previsione sull'Europa centrale ed orientale, inclusi anche i versanti adriatici dello stivale. Ecco le anomalie di temperatura previste venerdì 4 ottobre dal modello americano:


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum