Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'estate sta finendo: ecco i temporali di mercoledì al nord

Prevista una rapida ma sostanziosa passata temporalesca che coinvolgerà tutte le regioni. Estremo Levante ligure e Triveneto i settori che attendono i quantitativi di pioggia maggiori. Possibilità di qualche fenomeno violento, specie tra basso Veneto e Romagna. Spruzzate di neve oltre i 2700m lungo la cresta alpina. Mare molto mosso in Liguria.

In primo piano - 11 Settembre 2012, ore 10.53

 Una bella botta all'estate senza fine targata 2012. Come tutto, anche questa stagione è avviata chiaramente sul viale del tramonto e le prime perturbazioni che riescono a entrare decise sui nostri mari sono una conseguenza del tempo che passa. In effetti tutta la modellistica ci mostra un netto abbassamento in latitudine del Getto Polare, il che significa anticicloni che arretrano e perturbazioni che si fanno sempre più avanti.

Quella che raggiungerà domani, mercoledì 12 settembre, la nostra Penisola, inizierà a dare il meglio di sè sul nostro settentrione. Già in nottata la massa nuvolosa legata al fronte si appoggerà ai versanti nord-alpini dove darà luogo alle prime precipitazioni. La manovra causerà la caduta della pressione sul versante padano, che in mattinata sarà dunque pronto a ricevere i primi rovesci e i primi temporali.

Al mattino interessate Valle d'Aosta, alto Piemonte, alta Lombardia e Spezzino: si tratterà di precipitazioni al più moderate. Eventuali temporali saranno possibili con più probabilità tra Ossola, Verbano, Ticino svizzero e alto Lario. Con il passare delle ore ecco sopraggiungere il nocciolo duro della perturbazione: i temporali si faranno più cattivi e interesseranno Lombardia, Levante ligure, Trentino, Alto Adige, Cadore e Carnia.

Arriviamo così al primo pomeriggio, quando tutto il malloppo perturbato, ulteriormente esaltato, si concentrerà in particolare su bassa Lombardia, basso Veneto, est Emilia, Romagna, Friuli Venezia Giulia e Versilia. Su tutti questi settori saranno possibili fenomeni localmente forti e comunque abbondanti sull'area friulana e tra Spezzino e Versilia.

Frattanto lungo le creste di confine valdostane e dell'alto Piemonte le prime spruzzate di neve fino a 2600-2700 metri, in trasferimento progressivo verso le Alpi lombarde, altoatesine e alle Dolomiti, segneranno l'ingresso dell'aria fresca e dunque l'incipiente miglioramento. Nella seconda parte del pomeriggio ecco infatti le schiarite farsi strada sul fondovalle aostano e sul Piemonte. I rasserenamenti, accompagnati dall'ingresso del vento da nord, si estenderanno anche alla Lombardia e a gran parte della Liguria (Spezzino escluso).

Ancora temporali invece su Romagna, Veneto orientale e Friuli Venezia Giulia, anche intensi su quest'ultima regione dove, a fine evento, sono attesi accumuli piovosi anche rilevanti.

Segnaliamo infine la possibilità di vento forte da Libeccio sulla Liguria, con mare molto mosso, in rotazione da settentrione dal pomeriggio, in rinforzo anche lungo le Alpi. Possibile folate di Foehn allo sbocco della Valle d'Aosta e delle vallate più ampie di Piemonte e ovest Lombardia. Temperature in diminuzione anche fino a 7-8°C.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum