Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'esperto: "rischio di tragedie nelle Alpi se dovesse fare ancora più caldo"

Tradizionale intervista settimanale ad Alessio Grosso, previsore responsabile di MeteoLive.

In primo piano - 10 Novembre 2005, ore 10.28

REDAZIONE: "in questi giorni è tornato alla ribalta il problema del permafrost nel settore alpino, cosa può dirci in proposito? GROSSO: con il termine permafrost intendiamo il materiale del sottosuolo che per tutto l'arco dell'anno è permanentemente ghiacciato. Crepe e fessure nelle rocce spesso sono piene di ghiaccio, che funge da collante. Se la temperatura dovesse aumentare ulteriormente potremmo andare incontro a delle tragedie sulle Alpi perchè il terreno si scongelerebbe anche negli strati più profondi rendendo instabile il terreno. Per questo si temono conseguenze per le fondamenta degli edifici e degli impianti di risalita. Si sta vivendo una situazione simile in Svizzera a Pontresina, in Engadina, dove vengono spesi milioni di franchi per interventi di sostegno alle strutture alberghiere o ad Andermatt dove i piloni delle cabinovie vengono consolidati con INIEZIONI DI CEMENTO per assicurarli meglio al terreno. REDAZIONE: "come mai le depressioni ultimamente si sono innamorate della Spagna?" GROSSO: sembra che il tempo abbia quasi "un'anima". La Spagna per diverso tempo ha sofferto la mancanza di fronti e depressioni che la interessassero generando le piogge di cui il territorio necessita, ora il tempo se n'è accorto e sta cercando di compensare la carenza idrica. Aldilà delle sensazioni umane è una situazione del tutto naturale che sfugge ad una piena comprensione scientifica. Il perchè certe zone anticicloniche o certi depressioni assumano certe posizioni e le mantengano sta proprio nel mistero della scienza. REDAZIONE: "come vede la situazione per il medio termine?" GROSSO: la fase di stasi, quasi "apatica" che il tempo ha assunto in questi giorni verrà certamente interrotta la prossima settimana, la pressione su tutto il bacino del Mediterraneo calerà e quasi certamente saremo raggiunti da saccature dal nord Europa. Questa volta le depressioni dovrebbero formarsi proprio sul nostro Paese. Insomma avremo certamente modo anche noi di sperimentare nuovamente fasi piovose e più fredde. REDAZIONE: "autunno mite, inverno freddo?" GROSSO: non è un'equazione accettabile. Nel tempo non c'è nulla di scritto e nulla mai si ripete in modo identico solo perchè nel passato qualche volta è andata così. Ad un autunno mite può seguire un inverno altrettanto mite e poi una primavera fredda o caldissima. Quel che si può dire rispetto alle ultime emissioni sui bollettini stagionali è che probabilmente avremo un dicembre piuttosto freddo, oltre non mi spingerei.

Autore : Redazione

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum