Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'esperto: maltempo, freddo e neve spesso protagonisti fino all'Immacolata

Fino a giovedì neve a bassa quota in Adriatico e al sud, poi sabato toccherà al nord, domenica possibili nubifragi al meridione. Per l'Immacolata nuovo pesante peggioramento su tutto il Paese con rischio di nevicate anche in pianura al settentrione. Questo e molto altro nell'intervista concessa dal nostro previsore Luca Angelini.

In primo piano - 26 Novembre 2013, ore 10.30

 REDAZIONE: siamo in autunno ma la stagione improvvisamente si è messa a giocare all'inverno...

ANGELINI: quando si mettono in moto masse d'aria gelide come quelle che si producono sul mar Glaciale Artico non può essere altrimenti. A questo giro tocca alle regioni adriatiche e all'Appennino meridionale, dove continuerà a nevicare fino a bassa quota sino alle prime ore di giovedì 28, con accumuli anche consistenti nell'entroterra abruzzese, ma ben presto anche un'altra fetta di Italia finirà probabilmente per imbiancarsi.

REDAZIONE: stiamo parlando del nord? 

ANGELINI: esattamente. Da alcuni giorni stiamo studiando la traiettoria e la consistenza di un nuovo nucleo di aria fredda che si sta preparando in queste ore nei pressi della Groenlandia e che tra sabato e domenica raggiungerà l'Italia battezzando l'arrivo dell'autunno meteorologico.

REDAZIONE: cosa ci dicono le ultimissime elaborazioni?

ANGELINI: pollice in su: una serie di condizioni favorevoli potrebbe fare della giornata di sabato l'esordio della neve su alcune città del nord, segnatamente in Piemonte, Lombardia, entroterra ligure ed Emilia. Qui i fiocchi potrebbero temporaneamente spingersi sino in pianura a partire dalla tarda mattinata e a raggiungere quote collinari in Liguria tra Genova e Savona.

REDAZIONE: tornerà a nevicare anche al centro e al sud?

ANGELINI: non a quote basse. il nuovo minimo di pressione richiamerà infatti venti di Libeccio più temperati che relegheranno le quote neve a livelli montani. In più le precipitazioni più consistenti si avranno a ridosso delle coste (tirreniche). 

REDAZIONE: come trascorrerà la domenica?

ANGELINI: migliorerà al nord e al centro, peggiorerà invece al sud, dove avremo nubi e piogge. Segnaliamo fin d'ora la possibilità di fenomeni anche abbondanti tra Puglia, Basilicata, Calabria ed est Sicilia.

REDAZIONE: quando metterà un po' di giudizio il tempo sull'Italia?

ANGELINI: tenterà di illuderci tra il 2 e il 4 di dicembre, quando si avrà una residua instabilità solo tra Sicilia e bassa Calabria (anche in questo caso rischio di isolati ma intensi temporali). Prima dell'Immacolata però la situazione è prevista nuovamente precipitare. Una nuova saccatura molto profonda e colma di aria fredda raggiungerà l'Italia attivando un peggioramento sequenziale che dovrebbe avere la seguente cronologia: 5-6 dicembre temporali al sud, 7-8 dicembre neve al nord, 8-9 dicembre neve al centro (quote collinari), 10 dicembre instabile con neve a quote basse al sud.

REDAZIONE: insomma, una partenza con il botto per l'inverno.

ANGELINI: assolutamente, anzi colgo l'occasione per consigliare ai nostri lettori di rimanere sempre aggiornati sulle nostre pagine perchè avremo davvero molta carne al fuoco nei prossimi giorni.


Autore : Redazione MeteLive.it

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum