Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'epsodio NEVOSO di lunedì 20 febbraio su nord e Appennino centrale

Perchè saranno possibili nevicate a quote basse in assenza ormai di un cuscino freddo in Valpadana?

In primo piano - 18 Febbraio 2012, ore 10.46

Il forte rialzo delle temperature, riscontratosi negli ultimi giorni, ha provocato lo smantellamento del cuscino freddo in Valpadana. Il duplice afflusso di aria fredda previsto nella notte tra domenica 19 e lunedì 20 febbraio, riuscirà comunque ad abbassare considerevolmente le temperature, soprattutto laddove soffierà la bora scura, cioè tra la bassa Valpadana e l'Emilia, ma anche sull'Appennino ligure sottoforma di tramontana scura. Altra aria fredda verrà rovesciata dall'alto insieme alle precipitazioni, quanto basta per portare il limite sin sotto i 400-500m e localmente anche in pianura, sia pur mista, nelle zone prossime ai primi rilievi appenninici.

Con questo tipo di configurazioni a ricevere qualche precipitazione nevosa di rilievo sono solo le zone appenniniche, comunque sia il fronte freddo avrà comunque il merito di portare un discreto accumulo nevoso anche sulle Alpi e le Prealpi centro-orientali.

La Valpadana in questi casi, soggetta a ventilazione fredda orientale, si raffredda più delle zone prossime alle Prealpi e per stau l'accumulo di neve sui versanti padani dell'Appennino ligure, sul Cuneese e su gran parte dell'Emilia, risulterà importante con oltre 20cm a 800m nell'arco della giornata.

Il nostro modello ad area limitata preleva i dati dal global model americano che, per questo episodio, prevede termiche un po' più basse rispetto a quello inglese. Ne derivano precipitazioni nevose a quote più basse di quanto probabilmente si verificherà. Difficile dire quali dei due modelli la spunterà, ma in questi casi è facile che la soluzione sia nel mezzo. Entrambi comunque concordano nel vedere la Romagna interessata da termiche più alte con facile fusione di parte delle grandi nevicate dei giorni scorsi alle quote più basse, ma non certamente oltre i 500m.

Le cartine riepilogano la situazione molto bene: con i fiocchi a quote davvero molto basse su Emilia ed Appennino ligure, misti in Valpadana qua e là, dove bora e termiche aiuteranno, fenomeni quasi assenti su arco alpino centro-occidentali già dal mattino di lunedì, residui su quello orientali. Da notare lo sfondamento anche sul versante toscano dell'Appennino con nevicate anche di un certo rilievo sui settori confinali con l'Emilia, vista l'intensità del vento.

Sull'Appennino centrale il limite si attesterà dapprima oltre gli 800-1000m e localmente anche più in alto procedendo verso sud. Ci potranno essere episodi di gelicidio, visto che nelle conche, specie in Abruzzo, le temperature potrebbero ancora attestarsi al di sotto dello zero. Solo dalla notte su martedì il limite, anche al centro, sia pur con fenomeni modesti, potrebbe scendere al di sotto degli 800m.

 

 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 01.45: A14 Bologna-Ancona

rallentamento

Veicoli lenti nel tratto compreso tra Allacciamento A13 Bologna-Padova (Km. 14,4) e Bologna Borgo P..…

h 01.18: SS18 Tirrena Inferiore

frana

Strada chiusa, frana a 2,348 km prima di Incrocio Favazzina (Km. 507,7) in entrambe le direzioni..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum