Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'eccezionale febbraio del 1929: Europa paralizzata dal gelo, Italia irriconoscibile

Cronache del 1929. Prima parte!

In primo piano - 31 Gennaio 2017, ore 13.44

13 febbraio 1929:
Livorno: Situazione di ieri: pressione: 747,8 Min e Max: -2°, precipitazioni : 12 mm di neve fusa.
Anticiclone su Europa Settentrionale, si spinge fino alla Penisola Balcanica.
Nevicata record, ieri, a Livorno: addirittura 9 ore consecutive!
Berlino: Nelle ultime 48 ore il freddo in Germania ha raggiunto proporzioni eccezionali, mai raggiunte dal 1793. La temperatura varia dai -18° della Renania, fino ai -28° (ieri) e -31° (oggi) di Berlino!
Nella Slesia si sono avuti fino a -38°; sulle montagne della Slesia Centrale, fino a -45°.
Le città sono semideserte, i treni in ritardo, le comunicazioni ferroviarie interrotte, quelle fluviali bloccate per il ghiaccio che ricopre i fiumi.
Il Mar Baltico è completamente ghiacciato: per chilometri si può avanzare sul ghiaccio con automobili ed autocarri, e raggiungere il mare senza pericolo.
Numerose isole del Mare del Nord sono completamente isolate.
Varsavia: La temperatura è scesa fino a -45°, ed i meteorologi non prevedono che il freddo possa cessare nei prossimi giorni.

Mosca: Abbondanti nevicate sono segnalate nel Caucaso ed in Crimea. Nella capitale la temperatura varia dai -20° ai -26°.
In Cecoslovacchia la terra è talmente gelata da impedire il seppellimento dei morti.
Temperature polari anche in Gran Bretagna.

Vienna: erano oltre 50 anni che il termometro non scendeva fino a -24°. Nei sobborghi della città la temperatura è scesa fino a -29,5°.
Il Danubio porta con sè enormi blocchi di ghiaccio che si accavallano tra di loro.
La temperatura in provincia si aggira tra i -25° ed i -30°.

Parigi: Freddo intensissimo anche su tutta la Francia. A Parigi si sono toccati i -14°, il cielo è sereno, e spira un forte vento da NE.
A Strasburgo si sono toccati i -20°, a Reims -23°, a Djone -20°, a Versailles ed a Verdun -22°.
A Montpellier la neve caduta oltrepassa i 20 cm.

Nord Italia: temperature rigidissime.
A Brescia sono caduti 15 cm di neve.
Dopo oltre 15 giorni di Sole e clima primaverile sono caduti dai 10 ai 15 cm di neve a Gardone. Poi, è tornato il Sole.
Anche a Treviglio sono caduti 15 cm di neve.
Bergamo: A Bergamo è caduta una abbondante nevicata, con una temperatura di -10°, ed intensissime nevicate nelle valli bergamasche hanno completamente ostruito il traffico.
Novara: La città e le campagne sono ricoperte dalla neve caduta nella notte, che sulle alture ha raggiunto una notevole altezza.
Gelati numerosi corsi d'acqua, per il freddo ritornato intenso.
Genova: Alle 8 la neve è cominciata a cadere in città, con una temperatura di -14°.
Prato: Abbondanti ed insistenti nevicate in toscana. In città, dopo una dopo una giornata piovosa, è ripresa a cadere ieri la neve, accompagnata da una forte e gelido vento di tramontana.
Firenze: La neve, caduta abbondantemente da due giorni a Firenze, ha raggiunto un'altezza di parecchi cm, mentre la temperatura è scesa fino a -7,4°.
Pisa: dopo una pioggia, caduta ieri sera per 5 ore, il freddo è tornato sulla città e sulla provincia, ed il termometro è sceso a -4°.

Bologna: In città è nevicato tutto il giorno; la temperatura è scesa fino a -12°.
Venezia: Dalla 1 di stanotte alle 9 di stamani, è caduta la neve a Venezia, con una forte bora, e con temperatura di -10,0° di minima e di -7,6° di massima.
I comunicati meteorologici sono pessimistici: una depressione sul Mar Ligure ed un centro di Alta sulla Finlandia agiscono sull'Italia, causando nevicate e forti venti dal Carso.
Udine: In città ci sono -10°. In provincia punte di -14° in pianura, e -22° sulle zone montane.
Padova: E' caduta di nuovo la neve, con una minima di -10,8°.

14 febbraio 1929:
Livorno: continua a soffiare un impetuoso vento di tramontana; dalle 5 di ieri è ripreso a nevicare per altre otto ore, e la neve ha raggiunto altezze davvero considerevoli.
Vienna: Il freddo continua ad essere siberiano, tanto che i termometri qui a Vienna, in diversi casi, non hanno potuto registrarlo, essendo sceso il mercurio oltre il limite massimo.
Ufficialmente, si sono toccati i -32°.
Budapest: Sulla città spira un forte vento. La temperatura è stata di -30°, e l'Ufficio Meteorologico afferma non essere mai stata registrata.
Sofia: I porti bulgari del Mar Nero sono bloccati dai ghiacci e chiusi.
Dal litorale la zona dei ghiacci si estende a perdita d'occhio, e lo spessore del ghiaccio è tale che vi si può persino pattinare.
Era dal 1849 che non si verificava un simile fenomeno.
Berlino: La temperatura ha toccato una minima di -26°, e fino a -30° nei dintorni.
La Slesia è la regione tedesca con il maggior freddo: una media di -32° con "punte" di -38°.
Sulla costa prussiana il traffico su ghiaccio si può svolgere tranquillamente con i veicoli.
A Landesbut, in Slesia, il termometro ha toccato i -45°, che è il record del freddo.
Londra: Questa notte, in Inghilterra, la temperatura è scesa fino a -30°, la più bassa degli ultimi vent'anni, mentre nel Galles ed in Scozia si è scesi fino a -35°.
Parigi: Temperature molto basse in tutta la Francia: a Parigi -15°, a Nancy -30°.
In Provenza è caduta abbondante la neve, alta, in alcuni punti, 30 cm.
Alta Italia: Nevica incessantemente, ed il suolo è coperto da un alto strato di neve.
Lecco: E' caduta la neve per 24 ore consecutive, in minutissimi, asciutti e secchi fiocchi, che si congelavano immediatamente a terra per il gran freddo.
Nelle montagne vicine, in Valsassina, la tormenta è infuriata incessantemente.
La temperatura è scesa fino a -10°.
Bologna:
La temperatura è di -8°, con una punta di -12° nella notte.
La neve ha raggiunto una considerevole altezza, cadendo minuta ed insistente per due giorni di seguito.
Ferrara: E' in corso una violenta bufera di neve sulla città e sulla provincia.
La navigazione fluviale è stata sospesa perchè tutti i corsi d'acqua sono gelati.
Il termometro è sceso a -12,8°, e, in qualche punto, la neve è alta 60 cm.
Ravenna: Una nevicata sta imperversando da 40 ore sulla città.
Rovigo: Una bufera di neve ha ricoperto le strade con circa mezzo metro di neve, e si è abbattuta nel Polesine.
A Rovigo è continuato a nevicare. A memoria d'uomo non si ricorda un freddo tanto intenso.
A Varese e Pavia la temperatura è scesa a -13°. La neve è caduta incessantemente per due giorni.
Padova: Nella notte la temperatura è scesa fino a -16°. Poi, dalla notte, nuova bufera di neve.
Roma: Alle 17 una bufera di neve accompagnata da un vento gelido e turbinoso s'è scatenata sulla città. Temporali violenti si sono scatenati su tutto il Lazio.
Sarzana: Dalle 9 alle 12 è infuriata ieri una violentissima tempesta di neve. Mai vista, a memoria d'uomo, una nevicata così abbondante.
In certi punti la neve ha raggiunto i 25-30 cm d'altezza.
Pistoia: grande nevicata sull'Appennino Tosco-Emiliano.
All'Abetone (1388 m), la minima è stata di -21,0° e la massima di -19,0°, con violenta bufera di neve
(ne è caduta mezzo metro).
La neve è alta circa 3 metri.
Anche a Pistoia la neve è alta 40 cm , e la temperatura è scesa a -8°.
Firenze: La neve è continuata a cadere incessantemente, accompagnata da una impetuosa e gelida tramontana.
Durante la notte la temperatura è scesa a -9°, e l'Arno è ricoperto da lastroni di ghiaccio.
Grosseto: Nel grossetano la neve, dapprima disciolta dalla pioggia, alle 13 è ripresa a cadere in grande quantità, accompagnata da forti turbini di vento. La minima è stata di -6°.
Anche a Follonica è ripresa a cadere la neve, a larghi fiocchi.
Massa: Una tormenta di neve è incessante infuria su Massa e Carrara.
Pisa: neve abbondante dalle 9 del mattino in tutto il pisano. In Piazza del Duomo a Pisa la neve varia tra i 25 ed i 30 cm.
A Pontedera la neve, in alcuni punti, è alta tra i 50 ed i 60 cm.
Lucca: E' ripresa a cadere abbondante la neve. In Garfagnana essa ha raggiunto altezze eccezionali, isolando alcuni paesi.
Ancona: La bufera di neve è in intensificazione su tutte le Marche. La neve raggiunge i 70 cm; sulle colline anche un metro.

14 febbraio 1929 (sera):
Udine
: Forte bufera di bora sulla città, con temperatura di -15°.
Bologna: prosegue la bufera di neve , che ha ormai raggiunto i 70 cm d'altezza. Genova: la temperatura è di -6°.
Venezia: Prosegue la bufera di neve. La temperatura è scesa fino a -12°, mentre la Laguna è completamente gelata.
Gonzaga: La neve ha raggiunto il mezzo metro d'altezza, mentre la temperatura è scesa a -16°.
I banchi di ghiaccio che galleggiano sul Po costituiscono un pericolo per le chiatte.
Faenza: La neve, che cade da tre giorni, ha raggiunto i 50 cm d'altezza, e la temperatura è scesa fino a -20°.
Parigi: nei dintorni della città si sono toccati i -21°. La Marna è gelata in molti punti, anche se nei dintorni della città.
Il Rodano è gelato tra Villeneuve ed Avignone.
Una tempesta di neve di è abbattuta nuovamente, sulla Riviera Francese.
Stamani, a Nizza, c'erano 10 cm di neve.
Nelle Ardenne -17°; a Bruxelles -13°.
Zurigo: Il Lago di Zurigo è ricoperto da uno strato di ghiaccio molto spesso.
A Maienfeld sono stati raggiunti -30°; a Munster (Lucerna): -38°.
Il fiume Aar è ghiacciato completamente.
A Thun -22°.
Fenomeno curioso, a 2.000 metri di altitudine, come a St.Moritz, non si è scesi sotto i -24°.
Odessa: il porto di Odessa è completamente gelato.
Budapest: Il traffico è caotico in tutta l'Ungheria, a causa delle violente bufere di neve degli ultimi giorni.
Londra: Da 12 anni a questa parte non si era registrato un freddo simile, in Inghilterra.
La temperatura, a Londra, è scesa fino a -13°.
Parecchi sono i feriti per lo scoppio di tubazioni dell'acqua potabile, verificatosi in molte case a causa del gelo.
Belgrado: Su tutta la Jugoslavia imperversano, da 24 ore, con brevi interruzioni, violenti uragani di neve.

15 febbraio 1929:
Vienna: la temperatura è sempre terribilmente bassa, e vari soldati sono stati adibiti alla distribuzione gratutita del pane a circa 60 mila poveri.
E' stata istituita una tessera per il consumo del carbone, che è elevatissimo, e si teme l'esaurimento delle scorte.
Praga: Il freddo è diminuito in tutto il paese, ma la Slovacchia è pervasa da una violentissima bufera di neve.
Budapest: La direzione delle ferrovie ha comunicato ieri che, a seguito dell'imperversare degli uragani di neve, le linee ferroviarie sono coperte da uno strato di neve alto tra 50 e 200 cm.
Varsavia: La temperatura è più mite nel nord e nel centro del paese, mentre nel sud della Polonia persiste il freddo, e si sono registrati -36°.
Olte un centinaio di navi sono rimaste bloccate nel Mar Baltico ghiacciato.
Crimea: Dopo la bufera di neve si temono allagamenti.. La temperatura è infatti improvvisamente salita a +13°. La neve si fonde sulle montagne, ingrossando considerevolmente i corsi d'acqua.
Parigi: Leggero rialzo delle temperature in Francia.
A Parigi la temperatura è stata di appena -8°.
Tuttavia, a Lione -20°; a Bron -20,3°.
Lastre di ghiaccio sono presenti su La Somme e sul Rodano, il cui livello è molto basso, in questi giorni.
In alcuni punti, vi si può anche pattinare.
A Tolone -10°; a Grenoble -27°.
Londra: Il freddo è ancora siberiano
. Per la prima volta da 12 anni, quando nel 1917 il Tamigi rimase bloccato dai ghiacci, il fiume s'è ghiacciato per mezzo chilometro a sud di Londra.
E' gelato anche il fiume Medway, per la prima volta dal 1895.
Ginevra: L'anno 1891 rimase famoso nella storia perchè perchè tutti i laghi della Confederazione Elvetica s'erano gelati.
Il 1929 è destinato ad avere la stessa sorte.
Temperature comprese tra -21° e -24° si registrano in tutta la Svizzera.
Numerosi cigni nel Lago di Ginevra sono rimasti prigionieri con le zampe attanagliate nel ghiaccio, ed è stato necessario soccorrerli.
Berlino: breve sosta del freddo in città, ove, per la prima volta, il termometro è balzato in avanti, da
-30°a -10°. Appena verificatosi questo sbalzo, la neve è iniziata a cadere in abbondanza.
Notevole, invece, la notizia che gli Esquimesi, in Groenlandia, hanno +10°!
Roma: La neve è caduta abbondantissima per gran parte della notte sulla città.
Il peso della neve ha spezzato vari fili dell'energia elettrica, ed ostacolato nuovamente il traffico.
Anche oggi il cielo è coperto, e la temperatura rigida.
Il Tevere è di nuovo gonfiato, e questa mattina, all'idrometro Ripetta, il livello delle acque era di 11 m.
L'Aniene, sempre a causa della neve e della pioggia, è di nuovo straripato.
Venezia: Temperatura rigidissima e ghiaccio compatto anche oggi in numerosi canali della Laguna.
Bologna: La bufera di neve è continuata tutta la notte e permane tutt'ora furiosa.
Gonzaga: La neve è caduta per due giorni di seguito, e la giornata di ieri è stata rigidissima: -17°.
Firenze: E' finalmente cessata la bufera di neve che imperversava sulla città.
Il traffico cittadino, ieri completamente paralizzato, è ripreso oggi con difficoltà.
A mezzanotte, però, il termometro segnava ancora -7,5°.
Pisa: Anche qui, dopo due giorni di neve, il tempo s'è rimesso al bello, ma la temperatura è bassisisma.
E' una nuova ondata di freddo che tormenta tutto il pisano e le Coste Labroniche, ove le temperature invernali non sono mai state eccezionalmente rigide e persistenti.
Il cielo è stato spazzato dal vento da una fitta cortina di grigio minaccioso, nella notte, e, questa mattina, è ricomparso il Sole.
Alle 6 del mattino il termometro oscillava tra i -9° ed i -10°, alle 13 era a circa -3°.
L'Arno, tra il Ponte di Mezzo e le Piagge, è gelato, e le persone, alle Piagge, hanno potuto camminarci sopra.
Ieri il fiume portava anche delle lastre di ghiaccio galleggianti.
Nelle campagne del pisano la neve è più alta, e le raffiche di vento l'hanno in più punti accumulata.
Molte case coloniche sono circondate da 50 cm di neve, che la rigida temperatura ha, in più punti, ghiacciato.

Torre del Lago: come era nelle previsioni, il Lago di Massaciuccoli è nuovamente gelato.

 


Autore : Staff MeteoLive

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 13.41: A26 Genova-Gravellona Toce

controllo-velocita

Controllo velocità nel tratto compreso tra Allacciamento Diram. Predosa-Bettole (Km. 45,3) e Aless..…

h 13.35: Roma Via dell'Amba Aradam

incidente

Incidente, difficoltà di circolazione sulla Via dei Valeri…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum