Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'azzecca garbugli: come finirà DICEMBRE?

Quali prospettive ci suggeriscono gli indici teleconnettivi? Fino alla fine dell'anno la dinamicità è assicurata, ma non sarà sempre freddo e gelo.

In primo piano - 11 Dicembre 2009, ore 11.42

Sarà un gran bel finale d'anno quello che apprestiamo a vivere in quest'ultimo scorcio del 2009. L'analisi dei vari indici climatici che disegnano il nostro globo in una fitta rete di informazioni criptate, ci fa sapere che non ci annoieremo. Ora, al di là di ogni personale inclinazione a un certo tipo di tempo piuttosto che ad un altro, il fattore importante da tenere in considerazione "super partes" è quello della dinamicità. Cosa significa? Significa che la macchina atmosferica non mancherà di mantenere in vigore un quanto mai provvidenziale ricambio d'aria, allontanando sempre più gli spettri degli asfittici inverni anticiclonici tanto cari agli anni '90. Il dialogo tra stratosfera e bassa atmosfera, iniziato fin da novembre quando i nostri occhi erano ancora puntati sulle perturbazioni atlantiche, perchè allora della pioggia avevamo bisogno, sta portando ora i suoi frutti. Un provvidenziale flusso incrociato di calore risalito dai tropici fino alle latitudni polari stratosferiche ha mandato in frantumi il vortice polare e ora ci regalerà il primo vero freddo stagionale nel periodo più propizio dell'anno. Tutti i tasselli a tal proposito si stanno collocando al posto giusto; anche le fluttuanti anomalie dei nostri oceani, tenderanno a mantenere in voga per diversi giorni l'impianto del freddo europeo, freddo che farà da eco a quello nord-ameriano e concorrenza a quello precocissimo asiatico. Attenzione però: abbiamo parlato di dinamicità, non di freddo a oltranza. Ricordiamoci che l'inverno italico si spartisce i voleri del gelido continente, come del più tiepido Atlantico, oltre che al più mite deserto, in questo frangente però decisamente fuori gioco. Le dinamiche prospettate dai nostri indici ci raccontano chiaramente che, se dalla stratosfera è andato a segno il primo colpo, con un poderoso blocco in sede groenlandese e tutto il freddo a seguire, è anche vero che il passo successivo propone un effetto "tunnel" da parte dell'Atlantico. Ciò starebbe a significare una sfuriata fredda prenatalizia e un probabile periodo di transizione più tranquilo a in corripondenza delle festività. Ma il richiamo della stratosfera non mancherà di far suonare nuovamente le trombe intorno alla fine dell'anno, non escludendo di coinvolgere anche il primo scorcio di gennaio con un'altra occasione da vero inverno. Insomma un periodo tutto da assaporare. A noi l'onere di capire come proseguirà questa avvincente telenovela, a voi la comodità di rimanere con noi in prima linea su queste pagine a scoprire i segreti di una stagione tutta "da bere".

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum