Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'attuale agonia dell'inverno: l'Italia paga dazio, i motivi

Dopo una partenza promettente la stagione invernale ha imboccato il binario morto, ecco tutti i possibili perchè.

In primo piano - 8 Febbraio 2011, ore 09.47

Si è arenato sulle secche dell'alta pressione. Il nostro generale inverno, dopo essere partito con i migliori propositi, sta ora pagando il dazio. D'altronde c'era da aspettarselo tanto è vero che la maggior parte degli scenari probabilistici a tiratura stagionale avevano prospettato l'ipotesi di un inverno quantomeno diverso da quelli che l'hanno immediatamente preceduto. 

Diverso perchè? Anzitutto nella prima parte della stagione, quando in realtà era ancora l'autunno a condurre i giochi, si stavano compiendo le ultime manovre della "vecchia gestione", quella che poneva le basi per un inverno complessivamente promettente. C'era però una spada di damocle incombente sull'inverno. la Nina.

E Nina fu. La "bambinella" del Pacifico, con la sua verve particolarmente attiva, ha iniziato a far sentire le sue conseguenze tipiche proprio nel cuore della stagione fredda. Il passaggio tra la vecchia e la nuova gestione non è stato indolore e si è infatti manifestato con una manovra a pendolo che ha sospinto temporaneamente il gelo nord-europeo fin verso la nostra Penisola. La sventagliata di nevicate che a gennaio hanno imbiancato l'Italia dall'Emilia alla Calabria ne è stata la diretta conseguenza.

Ora però il pendolo si è fermato. L'oscillazione era troppo debole per proseguire il suo moto armonico all'infinito. Oltretutto altri fattori hanno remato contro: i venti della stratosfera equatoriale ad esempio non hanno consentito flussi di ozono tali da agevolare l'avvicinamento delle masse gelide gravanti sull'est europeo verso il Mediterraneo.

In più il vortice polare si è messo in testa di accelerare a pieni giri non consentendo al gelo in esso racchiuso di disperdersi verso le medie latitudini. Da qui l'accelerazione parallela della Corrente a Getto e la formazione di quel potente anticiclone che ci ricopre. L'inverno dunque si è impantanato in terra di nessuno. Possiamo dire che è arrivato al capolinea?

Beh, per emettere sentenze occorre avere quantomeno uno straccio di prova, almeno un indizio che, al di là di ogni sensazione personale, ne decreti matematicamente la prematura scomparsa. Alla luce di quanto detto pare invece che la stagione fredda possa avere altre chances per togliersi dall'impiccio, anche se la strada che lo porta a grandi passi verso il primo mese della primavera è senza dubbio tutta in salita.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 10.10: A1 Milano-Bologna

coda incidente

Code per 3 km causa incidente nel tratto compreso tra Parma (Km. 110,4) e Terre di Canossa - Campe..…

h 10.09: Roma Via Cassia

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra Via Bassano Romano e Via di Grot..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum