Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'aria fresca nord europea "manca" il colpo

Tra il termine della prima e l'esordio della seconda decade di giugno, una figura di bassa pressione proverà a penetrare all'interno del tessuto anticiclonico, instabilizzando le condizioni atmosferiche sui settori occidentali europei con particolare riferimento alla Francia. Tale figura di bassa pressione potrebbe influenzare il tempo delle regioni settentrionali, anche se in linea generale, non sembrerebbe essere in grado di apportare un cambiamento deciso delle condizioni atmosferiche su tutto il Paese.

In primo piano - 5 Giugno 2015, ore 17.45

Negli scorsi aggiornamenti ci eravamo lasciati con la possibilità d'avere un cambiamento del tempo tra il termine della prima e l'esordio della seconda decade di giugno. Un'eventualità neanche troppo remota ma che alla luce degli ultimi aggiornamenti, sembrerebbe sfumare sempre più. In effetti la potenza di tale affondo perturbato, benchè ammirevole nel suo tentativo di scalfire il tessuto anticiclonico non sembrerebbe essere in grado di apportare un deciso cambiamento delle condizioni atmosferiche sull'intero stivale italiano, limitandosi ad influenzare le sole regioni settentrionali.

Tra mercoledì 10 e giovedì 11 giugno, andrebbe isolandosi una piccola figura di bassa pressione sui settori europei occidentali (Francia) laddove ci aspettiamo un aumento dell'instabilità che potrà sfociare in qualche manifestazione temporalesca localmente di forte intensità. Coinvolte forse anche le regioni settentrionali mentre il resto del Paese neanche si accorgera' della presenza di questa depressione.

Col passare dei giorni, spingendoci quindi sin verso la metà di giugno, la presenza della sopraccitata depressione sui settori europei centro-occidentali, potrebbe funzionare da viatico per una certa ripresa del flusso di correnti instabili questa volta di derivazione oceanica, che avrebbero effetti sullo stato del tempo dei settori europei occidentali (Penisola Iberica, Francia, Regno Unito) con la possibilità di temporali anche sui settori italiani settentrionali.

Altrove prevarrebbero condizioni atmosferiche di stampo anticiclonico, in questo caso potrebbe farsi sentire una certa componente africana alle quote superiori, con temperature che sulle estreme regioni meridionali potrebbero divenire abbastanza elevate. (tendenza da confermare)

 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum