Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'anticiclone vacilla sulle regioni del nord, più sole e stabilità altrove

Col passare dei giorni assisteremo ad un progressivo indebolimento del campo anticiclonico sui settori occidentali del continente, con tendenza all'instabilità su Penisola Iberica, Francia e Regno Unito. Sull'Italia l'alta pressione continuerebbe a mantenersi viva e attiva soprattutto sulle regioni centrali e meridionali, mentre al nord potrebbero affacciarsi maggiori annuvolamenti ed un aumento dell'attività temporalesca. Vediamo nel dettaglio la linea di tendenza.

In primo piano - 8 Giugno 2015, ore 19.15

L'alta pressione che ormai da diversi giorni tiene sotto scacco il tempo atmosferico dell'intero continente, sta per subire il primo di una serie di attacchi che entro i prossimi 5-7 giorni potrebbero portare ad una modifica abbastanza sostanziale della circolazione atmosferica sull'Europa e sul Mediterraneo. Nella fase atmosferica attuale infatti, la posizione dell'alta pressione al livello del suolo, risulta sbilanciata sui settori settentrionali europei. Collocata a nord delle Alpi, agevola l'attivazione sul suolo italiano di una blanda corrente orientale, responsabile dell'instabilità che in questi giorni si manifesta diffusamente nelle zone interne e montuose, sconfinando talvolta sulle pianure e sulle coste.

Tra mercoledì 10 e giovedì 11, una piccola circolazione depressionaria veicolante aria fresca/fredda nord-europea, penetrerà all'interno del tessuto anticiclonico, indebolendo l'alta pressione proprio nella sua roccaforte, riferendoci nello specifico ai settori europei occidentali. Questa prima, modesta circolazione di bassa pressione, avrà il compito di spianare la strada all'intervento  di una depressione più vasta ed organizzata, perchè sostenuta da un ramo abbastanza attivo della corrente a getto polare.

L'instabilità sarebbe pronta ad interessare i settori europei occidentali da venerdì 12 giugno in avanti, stante la presenza di una persistente circolazione di bassa pressione. Da questo punto la situazione atmosferica tende a farsi molto più confusa, i modelli infatti non riescono ancora ad inquadrare con precisione, l'effettiva resistenza dell'alta pressione sul Mediterraneo centrale ed orientale.

La presenza di una circolazione depressionaria attiva ad ovest dell'Italia per più giorni consecutivi, determinerà quasi sicuramente una risposta d'aria calda africana che potrebbe influenzare soprattutto le regioni centrali e meridionali. Al nord il tempo risulterebbe più incerto, con la possibilità d'avere addensamenti nuvolosi associati a qualche precipitazione ed alcuni temporali più probabili nelle aree alpine e prealpine.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum