Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'anticiclone ritorna protagonista del panorama atmosferico italiano, ma...

L'anticiclone delle Azzorre sarà ben presto destinato a subire un netto rinforzo sul bacino del Mediterraneo e sull'Europa centrale, condizionando la circolazione atmosferica italiana per molte giornate. Attenzione però alle insidie instabili provenienti da occidente e da oriente

In primo piano - 31 Maggio 2015, ore 18.00

Alla resa dei conti, il vincitore finale di questa partita sarà proprio l'anticiclone oceanico che nei prossimi giorni svolgerà un ruolo determinante nel plasmare la circolazione atmosferica europea ed italiana. L'origine oceanica dell'alta pressione sarà testimoniata dai valori termici alla quota di 850hpa (circa 155 metri) attestati attorno i +15 gradi. L'ondata di calore associata alla rimonta di tale anticiclone, sarà pertanto moderata o poco superiore alle medie stagionali del periodo.

Col passare dei giorni i modelli evidenziano una graduale migrazione dei massimi di geopotenziale dal settore iberico sin verso la Mitteleurope. Entro giovedì 4 giugno la formazione di un anticiclone europeo, dovrebbe divenire realtà, anche se al momento appare scongiurata la costituzione di un pattern di Scand+, che avrebbe quasi sicuramente avuto delle ripercussioni instabili più marcate sulla circolazione atmosferica mediterranea.

L'alta pressione collocherà comunque i propri massimi a nord delle Alpi, e questo potrebbe determinare nel periodo compreso tra giovedì 4 e domenica 7 giugno, deboli infiltrazioni d'aria fresca da nord-est, con effetti instabili soprattutto sui settori centrali e meridionali della penisola. Al momento sembrerebbe scongiurata l'influenza instabile portata dalle masse d'aria oceanica. 

Anche volgendo lo sguardo alle lunghe distanze previsionali, riferendoci quindi al termine della prima decade di giugno, sembrebbero preservarsi condizioni anticicloniche di natura subtropicale oceanica. Scarsi gli apporti d'aria calda di origine africana, anche se in tal merito bisognerà monitorare attentamente le mosse di una residua circolazione depressionaria arenata sulla Penisola Iberica.

Seguite gli aggiornamenti.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum