Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'anticiclone ancora protagonista della scena atmosferica italiana

Seppur disturbata dall'avvicinamento di qualche corpo nuvoloso, l'alta pressione continuerà a fare buona guardia del nostro Paese. Poche le novità in vista per questa seconda decade di novembre ma qualcosa (forse) si muove all'orizzonte.

In primo piano - 10 Novembre 2015, ore 21.00

Non manca di stupire la persistenza e la tenacia di questo anticiclone che a tratti ricorda le infauste (per l'inverno e le Alpi) epopee altopressorie tanto care ai famigerati inverni anni 90', un decennio caratterizzato da una forte zonalità e da un Vortice Polare assai compatto e poco disturbato.

Quest'oggi come allora, le ragioni di tanta persistenza dell'alta pressione sul Mediterraneo, sono tutte da attribuire ad una netta ripresa delle vorticità zonali, conseguenza diretta di un Vortice Polare che raffreddandosi sia in troposfera che in stratosfera, inibisce gli scambi meridiani tra le latitudini polari e subtropicali. 

Tutta l'aria fredda del vortice resta quindi racchiusa dalla jet streak, limitandosi ad interessare i settori settentrionali d'Europa, con particolare riferimento all'Islanda, il nord del Regno Unito e la Penisola Scandinava. Annuvolamenti sparsi attraversano anche i settori centrali europei ma qui sono già inseriti in un contesto termico più mite, mentre spostandoci ancora più a sud di latitudine e riferendoci pertanto al bacino del Mediterraneo, ritroviamo un quadro termico fortemente sopra la media, sotto la totalitaria persistenza dell'anticiclone.

Trattasi questa di una situazione atmosferica dalle caratteristiche di forte recidività, una circolazione che potrebbe in realtà persistere diverse settimane, andando così a condizionare anche una parte dell'inverno meteorologico. Che sia una situazione di difficile risoluzione lo si intuisce anche dalla difficoltà con la quale i centri di calcolo faticano nel trovare una via d'uscita che possa riportare un quadro atmosferico più dinamico anche alle latitudini mediterranee d'Europa.

In tal senso potrebbe esserci qualche novità tra la fine della seconda e l'esordio della terza decade novembrina, così come lasciano intuire le previsioni deterministiche del modello europeo ed americano. Certo è che il continuo effetto miraggio che ormai da alcuni giorni "affligge" le previsioni a lungo termine, lascia in mano qualche lecito dubbio.

Seguite gli aggiornamenti.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 14.08: T2-TRF SB. Traforo Del Gran S.Bernardo

catene snow

Neve a Svincolo Fine Traforo-Dogana (svizzera) (Km. 15,8) lato Svizzera…

h 14.08: SS113 Settentrionale Sicula

problema sdrucciolevole

Fondo stradale scivoloso a 9,065 km prima di Incrocio S.Stefano Di Camastra (Km. 151,2) in direzi..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum