Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'anticiclone africano si attenua ma il caldo non ci abbandona

In marcia verso una lenta attenuazione dell'ondata di caldo. Vediamo nel dettaglio cosa è accaduto e cosa potrebbe succedere in futuro.

In primo piano - 27 Giugno 2019, ore 21.31

Per diverse regioni la fase peggiore di caldo si è consumata nella giornata odierna, mentre domani, venerdì 28 giugno , infiltrazioni di aria meno calda in arrivo da nord-est, porteranno una flessione delle temperature a partire dal nord e dai versanti adriatici. L'onda anticiclonica ha veicolato su di noi una quantità così elevata di aria calda che l'atmosfera, per forza di cose, avrà bisogno di diversi giorni prima di poterla smaltire. È una situazione che ha pochi precedenti nel passato recente, quest'oggi alla quota isobarica di 850hpa, sulle regioni settentrionali è stato misurato un valore straordinariamente elevato, un record destinato a rimanere imbattuto per lungo tempo. In questa elaborazione, ecco i dati del radiosondaggio di Milano Linate relativi alla giornata odierna (ore 12.00). La quota di "850hpa" viene normalmente utilizzata dai previsori per capire l'entità delle ondate di caldo e di freddo con ripercussione sulle temperature presenti negli strati prossimi al suolo. Con +27,4°C a 1602 metri, questo valore è uno dei più alti mai registrati nella storia recente:

Nei prossimi giorni l'onda anticiclonica tenderà gradualmente ad attenuarsi, sotto la spinta di un gradiente occidentale che tenterà faticosamente di riprendersi, portando dapprima un cambiamento del tempo sul nord Europa con qualche temporale. Di riflesso vi sarà un calo della temperatura anche sul Mediterraneo e soprattutto sulle regioni settentrionali, laddove nel periodo compreso tra mercoledì 3 e venerdì 5 luglio potrebbero verificarsi alcuni temporali. Questa è la novità più importante che emerge dal quadro previsionale disegnato questa sera dai principali centri di calcolo. Ecco la previsione del modello europeo riferita a giovedì 4 luglio:

Lo sviluppo successivo degli eventi resterà ancora influenzato dall'alta pressione ma i valori termici misurati saranno decisamente meno elevati rispetto a quelli registrati questa settimana. Ritorneremo insomma commentare un regime termico più vicino alle medie del periodo, con una possibile fase instabile al nord, comunque ancora da confermare. Insomma una versione più normale dell'estate, sempre all'interno degli standard stabiliti dalle stagioni anni 2000. Ecco la previsione del modello europeo riferita a sabato 6 luglio:


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum