Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'Antartide non fonderà praticamente MAI

Sono ottime le prospettive per l'Antartide.

In primo piano - 7 Giugno 2016, ore 15.37

Se tutto il ghiaccio dell'Antartide si sciogliesse il livello del mare salirebbe di quasi 70 metri. La Penisola antartica contiene ghiaccio sufficiente per far salire il livello del mare di 6-8 metri.

Si tratta di una distesa di ghiacci che è sostanzialmente separata dal grosso delle distese ghiacciate dell'Antartide. Vecchi studi avanzavano la possibilità che i ghiacci della Penisola antartica con un riscaldamento di alcuni gradi sarebbero spariti, perchè la loro base è molto al di sotto del livello del mare.

Tuttavia studi recenti suggeriscono che questa eventualità richiederebbe numerose centinaia di anni, forse anche più. Del resto in un certo momento del precedente periodo interglaciale, circa 125.000 anni fa, risulta da prove rinvenute su spiagge fossili che il livello del mare fosse 5 metri più alta che in questo periodo interglaciale, risultato di una fase decisamente più calda di quella attuale.

Del resto la performance del ghiaccio dell'ultimo periodo non deve stupire un granchè; non è il 79 l'anno zero delle misurazioni. Si è infatti stabilito che le distese ghiacciate dell'Antartide non sembrano aver cambiato di molto la loro dimensione da migliaia di anni, a causa del fatto che il distacco di icebergs nell'oceano meridionale e l'immissione di acqua dai ghiacci collocati al limite del continente antartico, pareggiano approssimativamente l'ammontare di neve che si accumula alla sommità di questo freddissimo continente. In effetti, quasi tutta l'Antartide è tanto fredda che, se anche le temperature, aumentassero di circa 5°C o anche di 10°C, esse non salirebbero mai sopra il punto di congelamento per quasi tutta la durata dell'anno. Quindi l'effetto di un riscaldamento coinciderebbe solo con un aumento della caduta di neve alla sommità, senza importanti fenomeni di scioglimento.

Comunque in questa zona la Terra è talmente fredda che la media delle nevicate si aggira attorno ai 15-20cm. Non è ancora chiaro inoltre quanta parte dell'estensione ghiacciata si trovi in uno stato di non equilibrio, cioè o in fase di crescita o in fase di contrazione.

Dati e misurazioni dei cambiamenti di spessore degli strati di ghiaccio sono tanto scarsi e difficoltosi che si può solo stimare che uno stato di non equilibrio potrebbe rappresentare circa un 20%, che corrisponderebbe ad una variazione del livello del mare di circa 1,2 mm all'anno, un valore di per sè non trascurabile, ma solo a lungo termine, fra 1 o 2 secoli, per ora la situazione è ben lungi dall'essere preoccupante nella zona.

Dati "gonfiati" su presunti rialzi del livello degli oceani lungo la linea di costa degli Stati Uniti sono stati puntualmente smascherati, come nel caso di Galveston nel Texas, dove gli attivisti del Global Warming annunciarono al mondo un clamoroso rialzo della linea di costa di ben 20cm in 70 anni, dimenticando di segnalare che la zona di Galveston era soggetta ad un grosso cedimento dei terreni. 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 08.03: Roma Via Salaria

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra A90 e Tangenziale Est in direz..…

h 08.03: Roma Via di Torre Rossa

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra Via Aurelia Antica e Piazza di V..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum