Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'Antartico in gran salute si crogiola nell'inverno australe

Esattamente contrapposta alla situazione rilevata al Polo Nord, quella del Polo Sud ci mostra ghiacci che affrontano la lunga notte invernale in grande forma.

In primo piano - 22 Giugno 2010, ore 12.18

Se il riscaldamento fosse davvero globale queste situazioni diametralmente opposte non avrebbero luogo o, per lo meno, in maniera nettamente minore. E invece a fronte di un Artico gravemente sofferente e in preda ad una anomalia che non lascia scampo, l'Antartico si eleva in tutta la sua salute.

Ciò sta a significare che una parte del Pianeta si sta ancora riscaldando o comunque permane in condizioni di anomalia termica positiva. Quell'altra però mostra segnali di raffreddamento, anche ripetuti, quindi denota uno sbilancio radiativo complessivo che pone dubbi sul fatto che il riscaldamento sia ancora globale. Certo, dati alla mano, sommando nord e sud del mondo, ne ricaviamo uno sbilancio complessivo che porta ad unrisultato maggiormente favorevoile al riscaldamento (nord+sud= anomalia positiva), ma in effetti a riscaldarsi sarebbe solo l'emisfero boreale.

Testimonianza numero uno la ritroviamo fissata nell'andamento dei ghiacci antartici, in continua e forte espansione, sia rispetto ai valori registrati nel 2009, sia rispetto ai valori generali facenti capo alla media degli ultimi 30 anni. Come mai questa differenza con il polo opposto della Terra?

Diversi sono i fattori legati sia alla circolazione emisferica, sia locale. Primo fra tutti notiamo un andamento dell'indice AAO, ossia l'oscillazione antartica, il corrispondente dell'AO artica, che negli ultimi mesi si è sempre mostrato fortemente positivo. Vale a dire che il freddo antartico è riuscito a resistere bene durante l'ultima estate australe poichè è rimasto concentrato entro la calotta polare, senza disperdersi verso le medie latitudini.

A questo dobbiamo aggiungere anche un altro fattore importante che può spiegare la maggior tenuta rispetto alle medie pluriennali: la circolazione nell'emisfero meridionale risulta mediamente meno tormentata rispetto a quanto si evince in quello settentrionale, poichè i flussi non risultano sottoposti alle diverse forzanti imposte dall'attraversamento alternato di oceani, continenti e imponenti catene montuose.

Ecco dunque un quadro sorprendentemente opposto in tutto e per tutto. Qualcuno indica la possibile forte estensione della banchisa oceanica antartica a causa dello scivolamento verso il basso di tutto il plateau continentale sottoposto a forte riscaldamento. In realtà il discorso non regge, sia per i motivi legati all'andamento degli indici teleconnettivi, sia perchè non sussistono le condizioni termo-climatiche (il plateau continentale rimane permanentemente e abbondantemente sotto lo zero per l'intero anno solare)  affinchè si verifichi il fenomeno denominato "surge", ossia piena glaciale da disgelo.

Un ultimo appunto: l'Antartico è un continente, dunque l'estensione dei ghiaci marini potrebbe anche subire la riduzione in virtù delle pennellate tiepide da parte delle correnti oceaniche esattamente come avviene per l'Artico, ma la continua alimentazione da parte del continente mantiene comunque la situazione in equilibrio. In equilibrio, ok ma allora la crescita è proprio dovuta ad una situazione climatica che è riuscita ad uscire dal tunnel del global warming.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 06.06: A1 Diramazione Roma Sud

coda

Code per 1 km causa viabilità esterna non riceve nel tratto compreso tra Svincolo Di Torrenova (K..…

h 05.46: A24 Roma-Teramo

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Castel Madama (Km. 23,9) e Vicovaro-Mandela (Km. 33,1) in direz..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum