Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'angolo della posta: voi scrivete, noi rispondiamo

Commenti e domande poste alla redazione.

In primo piano - 5 Febbraio 2008, ore 10.13

COMMENTI AGLI ULTIMI ARTICOLI AMBIENTALI DI GROSSO: Buongiorno Dott.Grosso! Le faccio i miei più grandi e sinceri complimenti per l'articolo intitolato: "Andai nei boschi perchè desideravo vivere con saggezza"...Ebbene leggendo quello scritto mi sembrava di essere ancora lì, nel bosco, ammantato di neve in un silenzio unico e magnifico tra i pini e il profumo di resina, e i larici addormentati in questo povero inverno che sta facendo i suoi sforzi per riuscire a essere tale; è vero se ti fermi e ascolti sei dentro l'infinito, sembri isolato dal mondo esterno, che va sempre di fretta, un mondo che a volte, vorrei non mi appartenesse, perchè, è lì nel bosco che mi piace vivere, sembra proprio di incontrare Dio, i suoi insegnamenti, la pace; amare la natura, apprezzarla e soprattutto rispettarla è una delle cose più belle del mondo, secondo me, io vivo in provincia di Belluno e di boschi per fortuna ce ne sono tanti, domenica ero sconfinata in Trentino e lì in una stradina di neve che attraversavo con gli sci, ho dovuto fermarmi ad annusare l'aria più intensamente, in una solitudine perfetta potevo parlare con il bosco, ascoltare il rumore del vento leggero rimanendo incantata da ogni angolo di quel paesaggio. Comunque sia, inverno, autunno, primavera o estate il bosco è sempre qualcosa di unico, una compagnia per me essenziale, qualcosa che mi fa pensare alla grandezza che ci circonda, che è stata creata per noi che viviamo in questo mondo terreno... Evviva il bosco! Evviva la neve. Daniela Dolimano Dott. Grosso, sono completamente daccordo con Lei. L'ambientalismo ideologico è sbagliato e putroppo abbiamo visto come in Italia ha avuto i suoi effetti negativi (vedi eccessiva dipendenza dal petrolio). Non abbiamo voluto le Centrali nucleari? Preferiamo le discariche ai termovalorizzatori? Poi acquistiamo energia dai Paesi che la producono con questi sistemi e ci costa il doppio. Continuiamo a farci del male, poi ovviamente la colpa sarà come sempre degli altri. Per quanto riguarda il clima è vero che i nostri inverni sono sempre più miti e le estati sempre più calde purtroppo...(sono una freddofila moderata) e spero solo che la natura provvederà a bilanciare come sempre ha fatto. L'importante è che noi sappiamo rispettarla veramente e non solo a parole come fanno certi nostri politici (e non faccio nomi) per poi vedere la catastrofe di Napoli. Continui con la sua linea perchè secondo me è quella più corretta. Un caro saluto. Raffaella Bravo bravo bravo Alessio Grosso!!!sottoscrivo non a due ma a dieci mani quello che Lei afferma; non sono un clintoniano, anzi, ma mi fa piacere che anche in campo democratico ( in senso USA)ci siano persone che ragionano e non portano il cervello all'ammasso. Mio figlio (18 anni) è stato dileggiato a scuola perchè ha osato dubitare della totale dipendenza del global warming dalle attività umane, è stato proietttato il film di Gore e tutti gli insegnanti e ragazzi a spellarsi le mani e a dire: a morte le industrie, a morte il progresso, a morte gli USA inquinanti ed avvelenatori,torniamo alla natura( naturalmente con aria condizionata, riscaldamento, automobile per andare a comprarsi le sigarette ecc. ecc).Personalmente la penso come lei, è doveroso limitare l'inquinamento e risparmiare energia(sono felice possessore di pannelli solari e mi riscaldo parecchio con la legna), ma non possiamo fare molto coontro i mutamentio climatici "naturali" Grazie ancora. Massimo Panizza Dott. Grosso, ma l'inverno si congederà davvero senza colpo ferire? Ci dia qualche speranza. Flavio Urbani Chieti RISPONDE ALESSIO GROSSO: beh, l'inverno ha ancora qualche carta da giocare, in particolare proprio lungo il versante adriatico della Penisola, che nei prossimi giorni e più ancora forse a metà mese, verrà taggiunto da masse d'aria fredda in arrivo dal nord Europa. A Chieti potreste dunque presto rivedere anche la neve. Come ben saprà proprio tra febbraio e marzo prendono vigore i rovesci di neve da cumulonembi che sono in grado di abbassare sensibilmente il limite delle nevicate, anche con temperature piuttosto elevate alle basse quote (addirittura 5-7°C sopra lo zero e in aria relativamente secca)

Autore : Redazione

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum