Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'analisi: sarà davvero possibile un inizio di febbraio con la NEVE?

Il vortice polare propone un suo ramo sull'Europa centro-orientale per la fine del mese, ma una colata gelida sull'Italia non sembra ancora convincere.

In primo piano - 23 Gennaio 2015, ore 09.34

La possibilità che il vortice polare piazzi uno dei suoi rami sull'Europa è concreta per la fine del mese, ma l'affondo dell'aria fredda verso le basse latitudini non è affatto scontato ed è ancora possibile che gran parte del gelo che "conta" resti oltralpe.
 
Stamane il modello che apparentemente appare pro-neve è quello europeo, che ipotizza dapprima correnti da nord moderatamente fredde e poi fa intuire l'inserimento di una stretta saccatura su nord e centrali tirreniche, che porterebbe neve in Valpadana e sulla Toscana, ma ovviamente si tratta di un abbozzo previsionale.

Diciamo che siamo comunque di fronte al momento della verità della stagione: quel bombolone gelido che si affaccerà sull'Europa centro-orientale non può certo passare inosservato, sebbene alla fine appaia molto più modesto di quello che si riscontrerà in termini di temperatura nell'area del Canada e degli States.

L'anticiclone potrebbe fra l'altro spanciare verso est se il getto non frenasse a sufficienza, negando forse in maniera definitiva l'arrivo di una vera fase invernale. Del resto sul Polo non si vede un'alta pressione in grado di cambiare radicalmente la situazione, facendo splittare, cioè dividere e collassare parzialmente il vortice polare.

L'unico anticiclone che si insinuerà nella terra dei ghiacci non convince affatto, anche se il modello europeo abbozza un suo timido collegamento con l'azzorriano.
 
Insomma l'affondo freddo probabilmente ci sarà ma al momento l'ipotesi "fiume in piena" da nord-ovest, già trattata ed esposta ieri qui:
http://meteolive.leonardo.it/news/Fantameteo-30gg/45/meteo-a-15-giorni-la-corrente-da-nord-ovest-sar-un-fiume-in-piena/48726/
sembra quella ancora più probabile.

E' vero che nella seconda parte della stagione il vortice polare tende a scompattarsi, è vero che le correnti da nord-ovest tese spesso poi frenano per lasciar spazio ad un inserimento perturbato più franco da ovest, ma non esiste una regola fissa ed automatica, dunque andiamo per gradi.





 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum