Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'aggiornamento di Pasqua: ecco DOVE la prossima settimana il freddo si farà sentire di più

Confermato l'ingresso di una massa d'aria FREDDA sul Mediterraneo centro-orientale nel corso della prossima settimana (mercoledì 19 - giovedì 20). Dove si faranno sentire i valori termici più freddi e dove la colonnina di mercurio potrà scendere sotto lo zero?

In primo piano - 16 Aprile 2017, ore 17.00

Ormai scesi sotto il range delle 100 ore, l'irruzione d'aria molto fredda di origine artico-continentale pronosticata dai modelli attorno la metà della prossima settimana, determinerà un netto cambiamento delle condizioni atmosferiche, riportando indietro la stagione di alcune settimane. In realtà questi scenari di estrema variabilità atmosferica fanno parte del DNA intrinseco di una stagione che, come abbiamo avuto occasione di ricordare, è scandita proprio dalla dinamicità e dalla estrema variabilità tra uno e l'altro scenario.

Dalla serata di martedì ecco quindi farsi strada una rotazione netta del vento dai quadranti nord-orientali e di conseguenza l'entrata in scena di un raffreddamento della temperatura accompagnato da veloci manifestazioni d'instabilità che andranno poi a concentrarsi lungo i versanti adriatici del centro e del sud.

Un cospicuo "pacchetto" d'aria fredda riuscirà però a penetrare anche sulla Valpadana. Una volta che i venti favonici si attenueranno, dovremo pertanto aspettarci un ribasso considerevole delle temperature minime anche al suolo (giovedì 20 mattina), mentre in quota il ribasso della temperatura giungerà in anticipo (tra martedì sera e mercoledì mattina), accompagnato da forte ventilazione.

Valori sottozero saranno quindi possibili su Alpi, Appennino ed alla conclusione dell'avvezione fredda anche nelle pianure e nelle valli interne. Valori di poco sotto lo zero, infatti a questo punto della stagione, la scarsa lunghezza della notte impedirà un efficace raffreddamento di tipo radiativo. La secchezza dell'aria, qualche ora di cielo sereno ed una totale calma di vento, potranno compiere il miracolo.

Ammesso e non concesso che un evento di questo tipo possa essere giudicato necessariamente positivo; eventi di questo tipo, così in ritardo sulla data di calendario, sono dannosi per colture e per la vegetazione, specie dopo che queste ultime settimane ci siamo abituati a standard di temperatura ben diversi, che hanno provocato un risveglio vegetativo anticipato.

Ad ogni modo una parentesi di freddo assai limitata nel tempo; con l'arrivo del fine settimana prossimo (sabato 22 - domenica 23), la temperatura tornerà a riprendersi di alcuni gradi, anche se per un po' di tempo verranno scongiurati valori termici elevati. 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum