Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'africano si sgonfia, il caldo sul viale del tramonto

Sarà l'alta pressione delle Azzorre a prendere in mano le redini della circolazione sullo scacchiere euro-atlantico nella seconda parte della settimana. Il suo eccessivo sbilanciamento verso nord agevolerà però la controdiscesa di una saccatura dalla Scandinavia intorno al fine settimana.

In primo piano - 16 Giugno 2009, ore 09.31

Chi ad ogni ondata di caldo teme di dover affrontare una nuova estate in stile 2003 si sbaglia. L'abbiamo spiegato spesso nei nostri approfondimenti; non esistono i presupposti climatici e teleconnettivi affinchè si verifichi un'estate allucinante come quella, il cui tempo statistico di ritorno si avvicina tra l'altro più a qualche secolo che a pochi anni. Ora, pur prendendo atto che le ondate di caldo finora sull'Italia sono state assolutamente precoci e per questo anche un po' pesanti, teniamo altresì presente che le stesse hanno snocciolato una durata assolutamente in linea con quanto tollerabile nell'andamento dell'estate mediterranea, da sempre interessata da fasi alterne anche piuttosto calde. Ebbene, anche questa volta la Natura ha dispensato una manovra assolutamente imprevedibile grazie alla quale non solo verrà messa la parola fine a questo caldo africano ma verranno anche poste le basi per una ripartenza della stagione sotto una luce diversa, più gradevole e meno esasperata. Il ciclope nord-africano perderà nelle prossime ore il determinante contributo di subsidenza proveniente dalle quote superiori. Al livello del mare nel frattempo quello che rimarrà della grande cellula si scinderà in due lobi, uno che si collocherà temporaneamente sull'Europa centrale e un altro, ben più convinto, che si staglierà sul vicino Atlantico abbracciando con il suo bordo orientale anche l'Italia: è l'anticiclone delle Azzorre. Il tutto mentre le correnti perturbate atlantiche avranno già intrapreso la via del Mediterraneo apportando i primi temporali qua e là, con incipiente ritorno alla normalità termica, seppur un po' a chiazze. Dopo l'allentamento della morsa africana il clima si porterà già su una linea decisamente accettabile ma nel frattempo il pazzo anticiclone azzorriano risalirà la china fino a spingersi verso le isole Britanniche e ancora più su nel weekend ai limiti del mar di Norvegia. La risposta di una saccatura direttamente collegata al vortice polare sarà inevitabile, tanto che un fronte perturbato aprirà il varco proprio nel corso del fine settimana sull'Italia, spazzando via gli ultimi refoli di caldo probabilmente anche al sud. Il prezzo da pagare sarà qualche temporale violento, ma complessivamente arriveranno qua e là anche acquazzoni assolutamente benefici per il nostro territorio ormai diffusamente ridotto ad una distesa di paglia.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 15.19: A19 Palermo-Catania

incidente

Incidente a 1,734 km prima di Area di servizio Gelso Bianco (Km. 189) in direzione Rotatoria Cata..…

h 15.19: A4 Milano-Brescia

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Svincolo Di Cormano (Km. 131,9) e Viale Certosa in direzione To..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum