Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

ITALIA fucina di depressioni? Causa del mare più freddo che funge da "buco blu" per le saccature, nevicate precoci in vista?

Il Mediterraneo centrale sta diventando il punto d'appoggio preferito per le saccature atlantiche o nord-europee. Sarà colpa della temperatura

In primo piano - 25 Ottobre 2010, ore 10.29


Vi ricordate la famosa falla barica portoghese? Quella che catturava tutte le saccature ad ovest della Penisola e ci lasciava o sotto il tiro di correnti miti e solo in parte umide o addirittura sotto protezione anticiclonica, senza mai concedere all'aria fredda la gioia di sfociare nel Mediterraneo?

Il tutto, secondo le più recenti ed accreditate teorie e ridotto ai minimi termini, dipenderebbe dalla temperatura superficiale delle acque: se più fredde del normale diverrebbero un polo d'attrazione per le saccature, in caso contrario per quelle anticicloniche, come parrebbe indicare l'anomalia delle acque groenlandesi riportata in figura.

La cosa singolare è che ora quella falla termica (e di conseguenza barica) pare ci riguardi in maniera diretta. Infatti la frequenza con cui si sono avvicendati episodi perturbati dalle caratteristiche "fresche" per la stagione, ha finito per far scendere la temperatura superficiale dell'acqua del Mediterraneo centrale sotto la media, fino a fungere da calamita per nuove saccature e depressioni, che si infilano in questa sorta di "buco blu".

Il detto "piove sempre sul bagnato" sembra dunque trovare nuove conferme in questo contesto. Ora molti hanno fatto 2+2: se andasse così fino all'inizio dell'inverno potremmo avere condizioni favorevoli all'accumulo di molta neve in montagna e qualche occasione per neve anche in pianura?

Perchè no, potremmo rispondere. In fondo una strozzatura del genere con ingresso dell'aria fredda dal Rodano prima e dalla porta della Bora poi è una garanzia di un buon inizio della stagione invernale, unitamente all'anomalia termica groenlandese e alla forte Nina. Il fatto che la disposizione dei venti nella stratosfera subtropicale sia virata verso il positivo non è di per sè, a mio avviso, un fenomeno così preoccupante per l'integrità della stagione invernale.


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum