Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Inverno, quale potrebbe essere il prossimo passo?

Cosa accadrà una volta smaltita quest'ultima sfuriata in atto su buona parte della nostra Penisola? Andiamo a spulciare quanto di interessante ci propongono le carte.

In primo piano - 18 Febbraio 2009, ore 10.10

Abbiamo fatto 30, facciamo 31, penseranno molti amanti della neve e dell'inverno vero. Ebbene, una volta lasciata alle spalle la tempesta adriatica, gli orizzonti si aprono verso nuove prospettive e alcune carte intravvedono già alcune fredde novità in linea con quasto scorcio stagionale. Ma tutto in realtà appare però tutt'altro che scontato. Andando per ordine dobbiamo prendere atto anzitutto di un sussulto anticiclonico che la membrana di alta pressione bloccata sull'Atlantico proporrà tra venerdì e domenica. Il muro opposto dall'aria fredda che, seppur attenuata, continuerà a scivolare d'inerzia lungo il corridoio europeo, non permetterà al ciclope del sereno di guadagnare spazi concreti e sicuri verso il Continente. In un primo momento, trovando la porta dell'est sbarrata, la bolla anticiclonica tenterà una nuova risalita verso le latitudini settentrionali atlantiche, tuttavia anche questa volta tale sua iniziativa verrà stroncata sul nascere. Già domenica infatti dalla Groenlandia si metterà in moto verso la penisola Scandinava un nuovo nucleo molto freddo che taglierà la testa al promontorio anticiclonico costretto a retrarsi come una tartaruga nel proprio guscio. Tale centro depressionario imposterà una traiettora parabolica che gli permetterà di attraversare con sapienza quasi chirurgica il varco aperto tra il pancione alto pressiono atlantico e il muro anticiclonico di natura ibrida presente sulla Russia. Le leggi fisiche che regolano il suo peregrinare lo porteranno a intensificarsi e ad accelerare la sua corsa verso meridione puntando quindi dritto proprio verso le Alpi. Siamo a lunedì 23 e qui le strade proposte dai nostri migliori modelli prendono un bivio. Da una parte tutto sfilerebbe maggiormente ad est ponendosi dunque come obiettivo la regione balcanica con solo alcuni marginali effetti al nord-est e lungo il versante adriatico tra lunedì 23 e mercoledì 25 febbraio (probabilità 45-50%). Un altro scenario contempla invece l'impatto diretto del nuovo bolide contro il versante nord-alpino. Ne deriverebbe lo sviluppo di alcuni minimi di pressione di natura orografica che potrebbero proporre risvolti a sorpresa su alcune nostre regioni (probabilità 50-55%). In particolare secondo tale ipotesi, parrebbe possibile lo sviluppo di un minimo sottovento in sviluppo sul golfo Ligure tra la sera di domenica 22 e la mattina di lunedì 23 (con eventuale fenomenologia riferita al nord ancora da valutare ma probabilmente scarsa o non significativa). Lo stesso minimo si trasferirebbe però velocamente sul medio-alto Tirreno per poi deviare verso il basso Adriatico e, rallentando, proseguire la sua corsa verso i Balcani, ove si ricongiungerebbe al pronostico dei modelli sopra citati. In questo caso tra i fenomeni, sempre tutti da valutare, possibile temporaneo peggioramento al centro con le regioni adriatiche ancora in pole position per la fenomenologia più significativa intorno a martedì 24. Anche il sud ne risentirà tuttavia, a parte il basso versante adriatico, i venti di Libeccio potrebbero far prevalere la pioggia, specie sulle regioni estreme. In seguito ancora instabilità su gran parte del Paese con temperature in nuovo calo e un inverno ancora pronto a nuove avventure.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum