Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Inverno, primi bilanci provvisori di una stagione sotto tono

Partita bene a dicembre, la stagione invernale ha poi desposto le armi salvo sferrare qualche sussulto freddo sbrigativo senza seguito.

In primo piano - 18 Febbraio 2011, ore 09.18

Inverno a singhiozzo sull'Italia. Ricordate le nevicate furibonde in Toscana e quelle che imbiancarono le coste adriatiche da Rimini all'Abruzzo? Bene l'inverno era tutto lì, esauritosi nel giro di una settimana di gloria a metà dicembre. Poi il nulla.

Le nostre montagne, comprendendo nel discorso sia le Alpi, che l'Appennino, che tutte le altre catene minori del nostro territorio, hanno dovuto affrontare periodi di magra non indifferenti, dovuti sia alle scarse precipitazioni, sia al rialzo termico in quota prodotto dai periodi anticiclonici che di quando in quando si sono alternati sul bacino del Mediterraneo. Anche per le Alpi: partenza a razzo, poi il nulla. Fino a metà febbraio, quando una provvidenziale sequela di perturbazioni ha rimesso in piedi l'innevamento ormai scricchiolante da settimane. E sulle Alpi in inverno di neve si vive.

Le grandi città del nord, fatta eccezione per un paio di spolverate non certo degne di particolare menzione, hanno vissuto buona parte dell'inverno finora trascorso nel grigiore del loro inquinamento. La nebbia? E'  tornata a farsi notare, soprattutto per mano di un paio di potenti anticicloni, e ha interessato non solo la classica val Padana, ma anche le fasce costiere del centro e del sud.

Inverno sotto tono dunque. Cause? Motivi? Colpevoli? Per ora pare che il motore di questo assetto circolatorio non proprio favorevole ad un inverno serio sia stata la Nina, emersa con la sua spinta soprattutto a partire da gennaio. Alta pressione fuori asse rispetto all'Italia ma pur sempre li a fare da sentinella, solo saltuariuamente infilata da qualche perturbazione. Irruzioni da nord che si contano sulle dita di una mano. E' tutta farina del suo sacco, della terribile "bambinella" del Pacifico.

E pensare che il nord Europa, così come il nord America, hanno vissuto e ancora stanno vivendo, una stagione invernale super, sia in termini di nevicate, sia dal punto di vista delle temperature. E pensare che altro non è se non il rovescio della stessa medaglia.

Prospettive future? Pochi cambiamenti, almeno finchè gli effetti della Nina non leveranno le tende (e ancora ce ne vuole) e finchè il maggior rimescolamento delle masse d'aria dovute agli inevitabili contrasti tra un grande nord davvero gelido e un Mediterraneo perennemente tiepido verranno a stretto contatto facendo scintille. Là scatterà la primavera, forse molto più frizzante e sorprendente di questo inverno ormai quasi da rottamare.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 09.47: A4 Milano-Brescia

controllo-velocita

Controllo velocità nel tratto compreso tra Palazzolo (Km. 195,2) e Ponte Oglio (Km. 193) in dire..…

h 09.46: A4 Milano-Brescia

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Allacciamento Tangenziale Est Di Milano (Km. 146) e Agrate (Km. 1..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum