Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Inverno ad un bivio?

Dopo questa fase di alta pressione la circolazione generale atmosferica si farà leggermente più dinamica; non è esclusa una discesa di aria fredda verso l'Europa verso la metà della prossima settimana.

In primo piano - 4 Febbraio 2004, ore 10.28

Siamo ormai nella fase “clou” dell’attività del grande anticiclone subtropicale sulle nostre regioni; su gran parte della Penisola Italiana infatti si stanno registrando valori di pressione compresi fra 1030 e 1034 hPa, tendenti ad aumentare ulteriormente, mentre in quota la “bolla” di aria calda (caratteristica delle aree dinamiche di alta pressione) sta portando valori di temperatura veramente inusuali; non a caso nella serata di ieri si rilevavano addirittura +2°C nella stazione meteorologica di Pian Rosà, ad oltre 3000 metri di altezza! In Pianura Padana e lungo alcuni dei litorali tirrenici, l’aria umida accumulatasi nei giorni scorsi, è rimasta intrappolata nei bassi strati, generando nubi basse ed estese, ma anche banchi di nebbia. Insomma stiamo vivendo una delle fasi più miti dell’inverno, un periodo di tempo relativamente calmo che spesso si presenta durante la stagione stessa, sebbene i valori in quota descritti precedentemente siano eccessivamente al di fuori della norma. Per un certo cambiamento del tempo dovremo attendere la giornata di sabato; come prospettato qualche giorno fa, infatti ci attendiamo un graduale “sgonfiamento” del pallone anticiclonico, una manovra che favorirà il passaggio di una debole perturbazione, e quindi un certo rimescolamento dell'aria, nel corso del prossimo week-end. La massa d'aria in arrivo sarà leggermente meno calda di quella preesistente, perché arriverà dall'Oceano Atlantico. Gli effetti del corpo nuvoloso dal punto di vista delle precipitazioni saranno comunque modesti, e si limiteranno a brevi episodi, localizzati soprattutto sulle Alpi e le regioni adriatiche. Successivamente cosa ci dovremo attendere? Confermiamo la tendenza attesa da venerdì scorso; a partire da domenica si alterneranno onde di alta pressione (legate all’anticiclone delle Azzorre) sempre più protese verso nord, e perturbazioni di moderata intensità, che porteranno qualche precipitazione, soprattutto sul versante adriatico della Penisola; l’aspetto più importante riguarderà comunque la discesa delle temperature, soprattutto in montagna. Per quanto riguarda invece la previsione da martedì in poi, al momento ci troviamo ad un bivio di non poco conto, che può essere descritto solamente facendo un piccolo passo indietro; la spinta verso nord delle onde anticicloniche potrebbe infatti innescare subito (nella giornata di sabato 7) la discesa di aria fredda dall’Artico in direzione dell’Europa centro-settentrionale, zona che verrebbe raggiunta proprio nella giornata di martedì. Se questa spinta sarà molto rapida, allora l’aria fredda potrà affluire verso il Mare del Nord, e successivamente verso la Francia, innescando un marcato peggioramento del tempo su tutta l’Italia (ipotesi poco probabile); verosimilmente invece l’alta pressione in risalita verso l’Islanda si "ergerà" con più lentezza, facendo così affluire l’aria artica verso l’Europa centrale ed orientale, lasciando l’Italia ai margini delle correnti fredde. Su questo ultimo punto comunque ci torneremo nei prossimi giorni, cercando di capire se l’ipotesi più probabile continuerà ad essere confermata; eventualmente vi informeremo sulle possibili novità.

Autore : Lorenzo Catania

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum