Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Inverni anomali? E' anche colpa dell'"isola di calore"

Lo ha dimostrato uno studio che ha scoperto importanti reazioni climatiche alle modifiche imposte dall'urbanizzazione dilagante. L'inverno è la stagione che maggiormente ne risente, anche a grandi distanze.

In primo piano - 30 Gennaio 2013, ore 08.42

 L'isola di calore urbano, effetto quotidianamente sotto gli occhi di tutti, o almeno di coloro che vivono nelle grandi città italiane: centri urbani più miti delle periferie, la neve che cade dove "i tram non vanno avanti più", ma che lascia il posto alla pioggia lungo le centralissime vie dello shopping. Una città come un'altra, Milano, Firenze, Roma; quasi non fa differenza.

Ma uno studio fresco di ricerca ci dice ancora di più. Le forzanti energetiche indotte dalla presenza di vaste isole di calore urbano riesce a modificare il clima invernale anche a grandi distanze. Ci sono arrivati un nutrito team di ricercatori dell'Università della California, della Florida State University e del National Center for Atmospheric Research.

Nell'articolo esplicativo, pubblicato sulla rivista scientifica Nature Climate Change, non sarebbe il calore propriamente detto a creare interferenza ma il rilascio di energia estraneo ai normali fenomeni climatici. Queste interferenze vanno a forzare la normale circolazione generale dell'emisfero nord, la fetta più popolata del Pianeta, e portano a risutati addirittura opposti.

Su alcuni settori del nord America e del continente asiatico ad esempio il fenomeno è causa l'aumento delle temperature invernali fino a 1°C. In Europa invece è stato provato il contrario, ovvero che l'influenza delle isole di calore urbane trova riscontro soprattutto nelle temperature autunnali, che qui però risulterebbero inferiori alla norma di circa 1°C.

Perchè queste reazioni apparentemente opposteste? Tutto sta nel comprendere il concetto che calore e temperatura sono fisicamente due grandezze ben distinte: il calore è una forma di energia, mentre la temperatura misura il grado di agitazione delle molecole di un corpo. Questo ci aiuta a comprendere che in natura a fenomeni analoghi, possono corrispondere reazioni opposte. Questo spiegherebbe le influenze inverse risultanti dall'emissione aggiuntiva di energia da parte delle isole di calore urbane, aiutandoci anche a comprendere il motivo di quelle figure di alta o bassa pressione che nel semestre invernale sembrano prediligere sempre le stesse zone.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 13.05: A22 Autostrada Del Brennero

coda incidente

Code per 4 km causa incidente nel tratto compreso tra Rovereto Sud-Lago Di Garda Nord (Km. 166,7)..…

h 13.05: A16 Napoli-Canosa

rallentamento

Veicoli lenti nel tratto compreso tra Grottaminarda (Km. 81,7) e Vallata (Km. 104,2) in direzione..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum