Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Intervista all'esperto: prossima settimana con precipitazioni anche al nord?

Prima chiacchierata settimanale con uno dei nostri esperti, Simone Maio, previsore e redattore. Queste le sue risposte alle domande della redazione che sintetizzano anche i molti quesiti giunti dai nostri lettori.

In primo piano - 15 Febbraio 2005, ore 09.41

NUOVE NEVICATE A BASSA QUOTA SUL MEDIO ADRIATICO, COSA LE DETERMINA? MAIO: Intense correnti in quota settentrionali hanno pilotato sull'Italia un sistema nuvoloso che è transitato molto rapidamente da nord a sud portando precipitazioni essenzialmente sulle regioni centro-meridionali. In prossimità del basso Tirreno ha rallentato la sua corsa ruotando attorno ad un minimo che è andato poi traslando sul basso Adriatico approfondendosi. È proprio questa depressione che richiama aria molto fredda dai Balcani, responsabile delle nevicate a bassa quota su Marche, Abruzzo e successivamente anche su Molise e alta Puglia. SI RAGGIUNGERANNO GLI ESTREMI DELL'ULTIMO EPISODIO? MAIO: Mancano i presupposti in termini di temperature in quota: ad esempio intorno ai 1500m si scenderà fino a -6°C contro i -10°C della fine di gennaio. Anche in termini di intensità, questo afflusso sembra più modesto del precedente. Tuttavia sarà in grado di provocare abbondanti nevicate alle quote collinari e qualche fiocco anche sulle pianure o sui litorali delle centrali adriatiche. Il sud e la Sardegna saranno invece sotto il tiro dell'instabilità con rovesci sparsi, occasionali temporali sulle coste e spruzzate di neve a quote variabili tra i 300 e i 600m. NORD ANCORA A SECCO? MAIO: Purtroppo sì, perché schermato dalle Alpi rispetto agli afflussi da nord. Nubi e qualche nevicata solo sui crinali alpini anche se domani qualche fiocco non è del tutto escluso anche su Friuli, Veneto orientale e Romagna. Si tratterà solo di apparizioni fugaci. Oltre al nord, anche le centrali tirreniche vedranno ben pochi fenomeni, grazie al riparo offerto dagli Appennini. Diversa la situazione all'interno e nelle vallate esposte ai venti da nord-est dove la neve potrebbe cadere discontinuamente creando dei curiosi chiaro-scuri a distanza di pochi km. QUANDO POTREBBE INTERROMPERSI LA SICCITA' AL SETTENTRIONE? MAIO: Entrando nel campo delle congetture e delle ipotesi, una svolta sembra profilarsi nel corso del prossimo week-end, quando la spinta dell'alta pressione fin quasi verso il Polo nord e un contemporaneo ritiro più ad ovest consentiranno alle correnti fredde ed instabili di puntare verso i Pirenei e la Spagna orientale. A partire dalla prossima settimana potrebbero dunque attivarsi, in risposta, correnti più caldo-umide da sud-ovest che riuscirebbero a far piovere e nevicare fin su Liguria, Valpadana e sud delle Alpi. Al momento questo scenario ha probabilità non superiori al 40% ma se si realizzasse potrebbe in parte alleviare i gravi problemi di siccità di questi settori. LE TEMPERATURE CALERANNO ANCORA? MAIO: Fra oggi e domani perderemo ancora qualche grado, poi tenderanno a stabilizzarsi o a riprendersi leggermente per poi diminuire nuovamente da domenica.

Autore : Redazione MeteoLive.it

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 16.57: A1 Firenze-Roma

coda rallentamento

Code a tratti causa traffico intenso nel tratto compreso tra Firenze Nord (Km. 279,9) e Incisa - Re..…

h 16.56: A1 Milano-Bologna

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra Allacciamento Tangenziale Est Di..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum