Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Intervista all'Esperto: Instabilità primaverile ad oltranza?

Consueta chiacchierata con Luca Savorani.

In primo piano - 29 Maggio 2007, ore 09.30

REDAZIONE: Allora Savorani, ancora pioggia in vista nelle prossime ore? SAVORANI: Il minimo di bassa pressione si è portato nel corso della notte tra le regioni nord-orientali e l'alto Adriatico, determinando una rotazione delle correnti dai quadranti settentrionali al nord, causando un'attenuazione dei fenomeni specialmente sulle zone pianeggianti, anche se permane una compatta copertura nuvolosa quasi ovunque e qualche isolato fenomeno a carattere sparso. La pioggia invece potrebbe insistere sulle regioni alpine e prealpine, dove si registra un sensibile calo termico e nevicate sino a quote piuttosto basse per il periodo. Al centro-sud invece la circolazione ciclonica ancora ben attiva e flussidi umide correnti da ovest, sud-ovest, determineranno nelle prossime ore ancora fenomeni piuttosto intensi sul versante tirrenico con qualche grandinata, mentre forti venti di Maestrale insisteranno sulla Sardegna e basso settore tirrenico per diverse ore, con mari agitati e possibili mareggiate lungo le coste occidentali dell'Isola. REDAZIONE: Nei prossimi giorni quindi dovrebbe persistere una certa instabilità quasi ovunque ? SAVORANI: Il tempo potrebbe risultare piuttosto instabile nel corso dei prossimi giorni, specialmente sulle regioni settentrionali e al centro con possibili temporali, più probabili nelle ore centrali della giornata su Alpi, Prealpi, Appennino e fascia pedemontana. Tra giovedì e venerdì un nuovo nucleo instabile potrebbe investire le nostre regioni, anche se con effetti modesti, generando altri rovesci prima al nord e poi sulle regioni centrali. Si prospetta nei prossimi giorni anche un progressivo aumento delle temperature, ma con valori ancora gradevoli e piuttosto miti. REDAZIONE: Ma quando torna il sole e il caldo? SAVORANI: Le ultime proiezioni dei modelli a lungo termine non vedono al momento ondate di caldo eccezionali e tantomeno intense fasi perturbate almeno per i primi giorni di giugno. Si nota un progressivo aumento termico in quota, accompagnato tuttavia da una moderata instabilità atmosferica responsabile di rovesci e temporali pomeridiani, localmente intensi, sulle zone Alpine, fascia prealpina e settori interni appenninici, in un contesto di tempo piuttosto variabile. Più sole e temperature miti sulle pianure del nord e sulle regioni costiere. Il caldo, quello vero, potrebbe tornare entro la fine della prima decade di giugno, ma al momento rimane una proiezione soggetta a sostanziali modifiche; seguite quindi i prossimi aggiornamenti!

Autore : Redazione

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 15.43: A7 Milano-Genova

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Allacciamento A12 Genova-Rosignano (Km. 128,7) e Allacciamento A1..…

h 15.41: A11 Diramazione Lucca-Viareggio

blocco incendio

Chiusura nodo causa incendio a Svincolo A11 Firenze-Pisa Nord (Km. 65,7) in entrambe le direzioni..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum