Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Intervista all'Esperto: ATLANTICO di nuovo protagonista?

Consueta chiacchierata con Luca Savorani.

In primo piano - 26 Settembre 2006, ore 10.30

REDAZIONE: Un esordio autunnale decisamente piovoso per il nostro Paese! E' normale questo maltempo diffuso? SAVORANI: L'autunno, come è certamente noto a tutti, è la stagione più favorevole alle perturbazioni atlantiche, alle piogge insistenti e al maltempo. Il fatto è che negli ultimi anni il numero delle perturbazioni atlantiche che raggiungono il nostro Paese è drasticamente calato e il tempo in un certo senso ci ha "viziato" troppo bene con autunni asciutti e soleggiati. REDAZIONE: Quindi possiamo sostenere che siamo alle soglie di una possibile svolta, una nuova tendenza? SAVORANI: Al momento, in questa prima fase stagionale, le perturbazioni non scelgono la strada del Mediterraneo seguendo traiettorie verticali, o aggirando ingombranti blocchi anticiclonici, ma tendono a seguire le correnti occidentali. Le depressioni atlantiche, non ostacolate dal quel micidiale "connubio" tra l'anticiclone azzorrano e quello nord-africano, tipico degli ultimi anni, riescono facilmente a scavarsi una corsia preferenziale sulla via mediterranea, distribuendo abbondanti piogge su gran parte della nostra Penisola. REDAZIONE: Ci sono motivazioni scientifiche per tale possibile svolta? SAVORANI: Innanzitutto si tratta di una fase ancora da "decifrare", siamo solo all'inizio della stagione ed è prematuro avanzare ipotesi e tanto più conclusioni affrettate. Se tale tendenza verrà confermata, le teorie per tale svolta sono molteplici e spaziano da un possibile aumento delle temperature in Atlantico o alla variazione nel flusso della Corrente del Golfo, ma la causa più "diretta" potrebbe nascondersi in un indebolimento del vortice polare. Ad una pressione troppo alta e alla scissione del vortice stesso in due o più blocchi sul nord Atlantico, si contrappone un calo pressorio che interessa il sud-ovest Europeo. Vedremo nelle prossime settimane se tale tendenza verrà confermata o smentita, intanto l'Atlantico sembra come risorto da un lungo sonno.

Autore : Luca Savorani

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum