Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Intermezzo anticiclonico, poi di nuovo l'instabilità con la NEVE al settentrione?

Conclusa la breve parentesi di freddo ed instabilità sulle regioni meridionali italiane, una breve fase anticiclonica riguarderà l'Europa centrale, il Mediterraneo centrale e l'Italia tra martedì 10 e giovedì 12 febbraio. In seguito ci attendiamo un nuovo cambiamento del tempo ad iniziare dalle regioni settentrionali, con NEVE a bassa quota. Vediamo nel dettaglio.

In primo piano - 9 Febbraio 2015, ore 18.00

In queste ore un nuovo episodio di freddo intenso e neve a bassa quota si consuma sulle regioni meridionali del Paese, particolarmente colpiti i settori del basso Adriatico. La scorsa nottata un po' d'aria fredda è riuscita ad affluire anche sulle regioni settentrionali, dopo l'effimero aumento della temperature intervenuto ieri, domenica 8 febbraio, l'arrivo dell'aria fredda ha portato ad un nuovo ritocco verso il basso delle temperature un po' su tutto il Paese, sia al suolo che in quota.

Tale fase avrà però una durata molto limitata, già in queste ore l'alta pressione delle Azzorre tende a sbilanciarsi verso l'Europa ed il Mediterraneo centrale, chiudendo con gradualità i rubinetti dell'aria fredda diretta all'Italia. Le regioni centrali e settentrionali ne usciranno quasi subito, le regioni estreme meridionali verranno interessate da un po' di instabilità ancora per la giornata di domani, martedì 10 febbraio.

Tra martedì 10 e giovedì 12, l'Italia verrà interessata da una modesta area anticiclonica che favorirà un nuovo aumento delle temperature in montagna e lungo le coste, il clima secco favorirà invece la strutturazione di importanti inversioni termiche sulle conche e nelle valli, particolarmente interessata la Valpadana che potrebbe registrare minime di tutto rispetto.

Questa fase anticiclonica, analogamente al freddo di queste ore, avrà vita breve e sarà sostituita da un nuovo cambiamento del tempo che interverrà sul nostro Paese a partire da venerdì 13 febbraio e poi nel weekend (sabato 14 - domenica 15). In questa sede ci attendiamo un nuovo ritocco delle temperature verso il basso, con fenomeni di instabilità che dovrebbero in una prima fase riguardare soprattutto le regioni centro-settentrionali. Da monitorare con attenzione il passaggio perturbato atteso al nord tra venerdì e sabato prossimi, in quanto potrebbe riportare la NEVE sino a quote prossime la pianura.

L'evoluzione successiva rimane ancora confusa, anche se non vengono evidenziate fasi anticicloniche particolarmente durature. Il flusso zonale occidentale alle alte latitudini oceaniche, seguiterà a mantenersi abbastanza intenso, favorendo di tanto in tanto qualche "strappo" in grado di avviare delle fasi perturbate anche sulle medie latitudini. La mensilità di febbraio potrebbe concludersi senza enormi scossoni, proponendo degli episodi democratici di maltempo ed alcune pause di riflessione offerte da provvidenziali anticicloni, soprattutto sui settori settentrionali del Paese.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum