Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Intensa perturbazione tra domenica 13 e martedì 15; gli step del passaggio PERTURBATO

Uno sguardo a quelli che potranno essere gli step della perturbazione attesa sull'Italia tra domenica 13 e martedì 15 settembre. Diverse regioni potranno esserne interessate ma con modalità differenti.

In primo piano - 10 Settembre 2015, ore 21.00

In queste ore aria molto fresca di origine nord-est europea, "scivola" appena al di là delle Alpi, agganciando una figura di bassa pressione proveniente dall'oceano Atlantico. La chiusura di questo ciclo lascerà in eredità un ritorno delle correnti meridionali molto umide ed instabili come risposta alla diminuzione della pressione sull'ovest del continente. Ad avviare questa complessa serie di manovre, un pattern di scand positivo, cioè la presenza di un vasto anticiclone sulla Penisola Scandinava, una figura barica che a livello statistico, al termine del proprio ciclo vitale, lascia quasi sempre in eredità una circolazione di tipo sciroccale. 

Gli step del passaggio perturbato atteso tra domenica 13 e martedì 15 settembre appaiono ormai abbastanza netti e saranno sostanzialmente tre:

Domenica 13 settembre, fase prefrontale: assisteremo ad un aumento della ventilazione di Scirocco che determinerà la risalita abbastanza netta delle temperature sulle regioni meridionali del Paese, particolarmente sensibile sulla Sardegna, dove i valori torneranno ad essere "quasi" estivi. Rapido aumento della nuvolosità sulle regioni centro-settentrionali con tendenza a piogge abbastanza abbondanti su Liguria di Levante e Toscana. Piogge anche su Alpi, Prealpi e Valpadana ma con minore intensità. 

La risalita dello Scirocco dovrebbe limitarsi all'alta Toscana, mentre sulla Liguria, nei bassi strati atmosferici in una prima fase potrebbe prevalere la ventilazione di Tramontana, limitando l'apporto precipitativo per le regioni di nord-ovest. Chances più elevate di temporali sulla Riviera Ligure di Levante, Toscana Versilia, Umbria e forse alto Lazio.

Lunedì 14 settembre, transito del fronte freddo: l'avanzamento della perturbazione verso levante, spingerà il fronte freddo a ridosso delle nostre regioni centro-settentrionali. Tra la tarda mattinata ed il pomeriggio di lunedì 14, il transito della linea frontale potrebbe determinare una fugace risalita dei venti sciroccali anche sull'angolo di nord-ovest italiano, aumenterebbero quindi per questi settori le chances di temporali con scrosci anche intensi. In serata i fenomeni si estenderebbero parzialmente alle regioni nord-orientali e sul Lazio. Attenuazione dello Scirocco a partire dai mari occidentali con Maestrale prima di sera sulla Sardegna, tendenza a Libeccio sul mar Ligure e l'alto Tirreno. 

Martedì 15 settembre, fase post-frontale: il transito della perturbazione veicolerebbe sul nostro Paese una circolazione occidentale dei venti che si manifesterebbero attraverso il Libeccio ed il Maestrale. Una giornata complessivamente buona ed assai ventilata, con l'azzurro limpido del cielo messo in risalto dalla presenza di una massa d'aria oceanica sul Mediterraneo. 

Continuate a tenervi aggiornati con altri articoli. 

 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum