Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Instabilità in arrivo tra domenica 26 e lunedì 27 giugno: di quale entità?

Manifestazioni sparse di instabilità faranno capolino sulle regioni settentrionali a cavallo tra il fine di questa settimana e l'esordio della prossima; vediamone nel dettaglio le potenzialità e le conseguenze.

In primo piano - 23 Giugno 2016, ore 17.05

Il nostro Paese viene interessato da una vistosa figura di alta pressione che determina un'impennata delle temperature piuttosto sensibile soprattutto al centro ed al nord. L'alimentazione d'aria CALDA diretta al nostro anticiclone, proviene infatti direttamente dal nord-Africa, accentuando oltremodo una risalita delle temperature su valori di caldo decisamente intenso anche se non eccezionale.

Trattasi comunque di una situazione destinata ad avere una durata piuttosto limitata; con l'arrivo del weekend (sabato 25 - domenica 26 giugno) aria più fresca oceanica farà infatti breccia sui settori nord-occidentali del nostro continente, dalla vicina Francia penetrando anche sui nostri versanti ed avviando pertanto una nuova fase di tempo INSTABILE espressamente diretta alle regioni dell'Italia settentrionale.

In questo contesto l'energia accumulata nei medi e nei bassi livelli dell'atmosfera da queste giornate di grande calura, potrebbe risultare determinante nel costituire linfa vitale alla creazione di alcune manifestazioni temporalesche localmente intense.

Tali manifestazioni non sarebbero conseguenza del transito di un sistema frontale organizzato, bensì l'effetto portato da una circolazione d'aria più fresca alle quote superiori che rinnoverà manifestazioni temporalesche cosiddette "a macchia di leopardo".

Tali manifestazioni dovrebbero nella giornata di sabato 25 riguardare soprattutto il Piemonte e l'alta Lombardia. Coinvolti in questo contesto anche i settori alpini e prealpini occidentali. Con l'arrivo di domenica 26, temporali e manifestazioni sparse di instabilità potrebbero riguardare più espressamente i settori di nord-est, coinvolgendo anche le aree pianeggianti della Valpadana orientale. Qualche temporale in questa sede sarà possibile anche sull'Appennino durante le ore più calde del giorno. Lunedì 27 strascichi di instabilità sui settori centro-settentrionali (entroterra toscano, Emilia Romagna, Umbria, Marche). 

Nei giorni successivi farebbe seguito una riduzione della temperatura portata dalla circolazione d'aria più fresca prelevata dall'oceano, all'interno di questa nuova circolazione andrà infine ad inserirsi il famoso anticiclone delle Azzorre che promette di accompagnarci sino al termine della mensilità di giugno 2016. 

Seguite gli aggiornamenti per ulteriori dettagli. 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 21.25: A14 Pescara-Bari

fog

Nebbia a banchi nel tratto compreso tra Val Di Sangro (Km. 422) e Vasto Sud (Km. 454,6) in entram..…

h 21.24: A32 Torino-Bardonecchia

catene snow

Neve nel tratto compreso tra Barriera Di Salbertrand (Km. 57,5) e Svincolo Bardonecchia (Km. 72,2)..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum