Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Instabilità e temporali? Prossimo appuntamento nel week-end; si inizia dal nord-ovest

L’estate sta entrando in una fase di fibrillazione. Si deve ancora chiudere una parentesi di instabilità al sud, che già un’altra si sta prospettando per il nord, a partire proprio dal prossimo fine settimana. La situazione appare però più complessa che in passato.

In primo piano - 5 Agosto 2009, ore 12.33

La stabilità anticiclonica sta scricchiolando giorno dopo giorno, sebbene una vera e propria rottura della stagione ancora non si vede. Il dominio del caldo e dei cieli sereni è sempre più minacciato da infiltrazioni di aria fresca e instabile, generalmente in quota e sotto forma di gocce fredde, almeno per ora. Prossimo appuntamento: proprio in coincidenza del week-end; luogo prescelto: l’angolo d’Italia più vicino all’Atlantico, ossia il nord-ovest. Nel corso della domenica però, possibili temporali potrebbero accendersi anche lungo le Alpi e le Prealpi, fino alla Carnia; nonché sull’Appennino centro-settentrionale. Quando l’aria fresca e instabile giunge in quota, a nulla possono i baluardi alpini, che con i loro 3-4 mila metri cingono il territorio del nostro nord-ovest. Addirittura, con il loro effetto trappola per l’aria calda e umida nei bassi strati della Pianura Padana, generano potenziali situazioni di pericolo, che possono causare la formazione di imponenti ed intense celle temporalesche. Ancora per sabato sembra che i fenomeni restino per lo più relegati sui rilievi, con solo qualche sconfinamento nella fascia pedemontana, in particolare del Cuneese e del Biellese. Nella giornata di domenica invece, con l’ingresso di aria più fredda in quota, la rotazione a sud-ovest delle correnti, farà in modo che i fenomeni possano interessare anche altre zone e soprattutto in modo più diffuso ed esteso. Tra le aree più interessate, oltre al Piemonte e alla Val d’Aosta, anche gran parte della Liguria, con celle temporalesche che potranno estendersi localmente anche ai litorali. A macchia di leopardo i temporali potranno interessare anche l’alta Lombardia, l’arco alpino fino alla Carnia e parte delle Dolomiti. Anche l’Appennino centro-settentrionale vedrà fiorire numerosi cumulonembi, con annessi locali rovesci e qualche temporale nel pomeriggio, ma lo sconfinamento sulle aree di pianura appare al momento poco probabile. La situazione è decisamente più complessa che in passato e la struttura instabile sembra ben più organizzata, rispetto a quella che ci ha appena interessato. Dalle sue mosse e da quelle dell’anticiclone che le opporrà resistenza, dipenderà anche gran parte del tempo nella settimana di ferragosto; pertanto tenetevi aggiornati, perché l’estate è in sella, ma molti soggetti tramano per farla vacillare.

Autore : Giuseppe Tito

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum