Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Instabile sino a giovedì, poi tornerà l'anticiclone?

Previsti ancora due passaggi Instabili attraversare l'Italia, il primo in arrivo la prossima notte, il secondo tra mercoledì e giovedì prossimo. In seguito rinforzo dell'alta pressione.

In primo piano - 14 Luglio 2019, ore 12.30

Nelle prossime ore il nostro Paese dovrà fare i conti con un nuovo impulso di aria instabile che porterà precipitazioni localmente abbondanti sulle regioni del nord e sui settori medio ed alto tirrenici, Liguria inclusa. Tale circolazione sarà di fatto provocata dallo sprofondamento di un piccolo nocciolo d'aria fredda in quota proprio nel cuore del Mediterraneo. L'arrivo di questa piccola porzione d'aria fredda "strappata" dalla vasta circolazione ciclonica presente sull'Europa nord-orientale, avverrà attraverso la valle del Rodano, soltanto in questo modo potrà dare origine ad un cambiamento del tempo espressamente indirizzato ai versanti occidentali e tirrenici del nostro Paese. Ecco la posizione del minimo in quota prevista dal modello Arome per la mattinata di lunedì:

Volgendo lo sguardo al tempo previsto la prossima settimana, sfruttando un percorso preferenziale lasciato in eredità dalla perturbazione di queste prossime ore, tra mercoledì e giovedì un nuovo impulso di instabilità più debole è previsto attraversare le regioni del nord, con qualche nuovo temporale anche di tipo marittimo.

A partire da venerdì 19 luglio, la circolazione atmosferica tornerà ad acquistare caratteristiche più stabili grazie al rinforzo di una figura di alta pressione sul Mediterraneo. Il nuovo anticiclone avrà caratteristiche ibride, presentando sia una componente azzorriana al suolo, sia una componente subtropicale in quota. I principali modelli a nostra disposizione mettono in luce un rialzo graduale delle temperature. Entro il prossimo fine settimana le temperature potrebbero tornare sulla soglia dei 20 gradi alla quota di circa 1500 metri. Tale evoluzione viene attualmente confermata da ambo i modelli americano ed europeo. Al suolo tali valori potrebbero tradursi in un quadro termico generale con temperature massime spesso e volentieri superiori ai +30°C, sarebbero frequenti i picchi superiori ai +35°C nelle zone interne. Ecco la previsione del modello americano riferita a domenica 21:


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum