Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Inizio settimana con il MALTEMPO su molte regioni italiane

La formazione di una depressione nei pressi della Sardegna distribuirà piogge e rovesci su gran parte della nostra Penisola nella giornata di lunedì. Ecco tutti i dettagli.

In primo piano - 15 Febbraio 2015, ore 08.41

Le correnti nord atlantiche in ingresso sul Mediterraneo centro-occidentale, accompagnano due distinte perturbazioni. La prima, in via di indebolimento, sta interessando l'Italia in queste ore, mentre una seconda (più organizzata) inizierà a dare effetti sul nord-ovest e sulla Sardegna da questa sera.

La formazione di un minimo barico in trasferimento dalle Baleari alla Sardegna rallenterà non poco il transito del secondo sistema e lo obbligherà ad insistere sul posto per almeno 24-36 ore, prima di un suo definitivo indebolimento.

La prima cartina ci mostra la sommatoria delle precipitazioni attese in Italia tra la mezzanotte e le 12 di lunedì 16 febbraio.

Ecco la depressione sopra citata ubicata sulla Sardegna. Attorno al minimo avremo una girandola di rovesci e temporali che si faranno sentire segnatamente lungo le regioni tirreniche, sulle Isole, sui settori ionici e al nord-ovest. Sul settore nord-occidentale la quota neve sarà ancora molto bassa specie al mattino (300-400 metri); sull'Appennino Ligure orientale ed Emiliano i bianchi fiocchi si faranno vedere invece solo oltre gli 800-1000 metri. Il tempo potrebbe restare asciutto sul nord-est e su alcune zone del litorale adriatico.

La seconda cartina inquadra la sommatoria delle precipitazioni attese in Italia tra le 12 di lunedì e le 00 su martedì.

La situazione non cambierà di molto, anche se i fenomeni risulteranno maggiormente "spaiti" e leggermente indeboliti rispetto al mattino.

Rovesci saranno ancora attivi lungo il Tirreno, sulle Isole e i settori ionici. Precipitazioni anche sul nord-ovest, con quota neve in leggero rialzo sul Piemonte, attorno a 500-600 metri; 900-1000 metri la quota neve sull'Appennino settentrionale, 1000-1200 metri su quello centrale.

Nella giornata di martedì la depressione si porterà più a sud, causando instabilità segnatamente sulle Isole e su alcuni settori del centro-sud, mentre al nord la situazione dovrebbe lentamente migliorare.

 


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum